07/11/2016

L'arte della cucina su internet: ecco i giochi online

Esplora il nuovo Bingo!

L'arte della cucina ai tempi di internet: non solo ricette, ecco tutti i giochi online legati al mondo dei fornelli.

In principio fu Il Pranzo è servito, poi è stata la volta de La prova del cuoco, oggi non ci perdiamo una puntata di Masterchef o Hell’s Kitchen. Tutto è iniziato con l’esperienza in tv, poi con l’avvento di internet.

Il Pranzo è servito, la trasmissione condotta da Corrado e legata ai giochi in cucina è stato anche uno dei primi giochi in cucina ad essere disponibile online e gratis.
Ecco allora una breve carrellata con le storie dei giochi legati alla cucina e di come questi siano passati online.
Sul Bingo di Lottomatica anche i chat games hanno trattato il tema della cucina, con domande coinvolgenti su ricette nazionali, ricette regionali e sulle svariate modalità per preparare lo stesso tipo di alimento. Così i giocatori online appassionati di cucina, hanno potuto giocare a bingo e divertirsi a rispondere ai chat games sulla cucina nazionale ed internazionale.

 

Il pranzo è servito: ossia come un programma sui giochi di cucina arriva online

Oggi i giochi di cucina online sono davvero tanti, gratis e divertenti. Potete sbizzarrirvi a creare il vostro ristorante a cucinare il vostro piatto preferito, le vostre pizze: troverete in ogni angolo flashgames sui giochi in cucina. Ma non è sempre stato così.
Uno dei precursori dei giochi di cucina è stato sicuramente il presentatore Corrado che con il suo programma Il Pranzo è servito iniziato nel 1982 è entrato nelle case degli italiani tutti i giorni a mezzogiorno e ha iniziato a far giocare con la cucina.
Il pranzo è servito, però non era ancora basato su vere e proprie prove di cucina ma era organizzato come un quiz classico, il cui obiettivo finale era quello di realizzare il Pranzo.
Il concorrente doveva attraverso la risposta a delle domande completare un tabellone che aveva le cinque portate tradizionali di un pranzo italiano vale a dire: primo, secondo, formaggio, dolce e frutta. Alle portate da conquistare venivano aggiunti un Jolly e una dieta. Nel primo caso si aveva diritto a scegliere una portata, nel secondo invece se ne perdeva una.

La prova dalla Tv al gioco da tavolo, all’approdo online (H3)

Vista la fortuna del gioco tv, l’anno seguente, nel 1983, la Editrice Giochi, specializzata nei giochi da tavolo, molti di questi ispirati ai quiz televisivi, trasformò Il pranzo è servito in un gioco da tavolo.
Lo schema era lo stesso: arrivare ad avere le cinque portate, attraverso le risposte alle domande predisposte, più le prove pratiche e le domande finali.
Vista la popolarità, il passaggio online de Il Pranzo è servito, è stato quasi automatico e molto presto sono comparsi i primi videogiochi sul gioco di cucina, con tanto di ricostruzione di scenografie storiche.

 

Giochi di cucina e sfide culinarie: le prime esperienze tv

Se nei primi programmi Tv la cucina era presente solo come scenografia per portare avanti il classico quiz, col tempo la preparazione dei piatti ha preso il sopravvento sulle domande.
Quando si parla di programmi Tv legati alla cucina si pensa subito a Masterchef, oppure alle cucine da incubo di Cannavacciuolo, oppure al classico programma di ricette come quello di Benedetta Parodi.
Ma era il 1957 e già qualcuno parlava di segreti e ricette in cucina attraverso il tubo catodico.
Condotto dal giornalista e scrittore Mario Soldati e trasmesso dalla Rai, il programma si intitolava Viaggio nella Valle del Po alla ricerca dei cibi genuini e il senso della trasmissione era proprio quello di mostrare la bontà della cucina italiana.
Il primo programma di sfide culinarie risale invece al 1974, dal titolo A tavola alle 7, mandato in onda dalla Rai con la conduzione della straordinaria Ave Ninchi, coadiuvata dal critico gastronomico Luigi Veronelli, mentre ai fornelli per la preparazione dei piatti si sfidavano chef famosi ma anche semplici amatori.
Dal 1978 al 1995 su Telemontecarlo andò in onda Sale, pepe e fantasia e a dare consigli culinari c’era Wilma De Angelis, ex cantante aiutata nella preparazione dei piatti da Giovanni Fenini. Niente gare ma solo tanti consigli utili.
Appena due anni di esperienze su RaiDue per Carla Urban ed Enza Sampò con il programma Che fai, mangi? che parlava di cibo, salute ed economia e che portò per la prima volta sul piccolo schermo personaggi come Gualtiero Marchesi e Gianfranco Vissani.
In Kitchen, andato in onda su MTV tra il 1997 e il 2001, personaggi famosi preparavano il loro piatto preferito nella cucina di Andrea Pezzi, parlando di carriera e fatti personali.
Nel 2000 arriva quindi uno dei programmi più longevi sui giochi in cucina: La prova del cuoco condotto da Antonella Clerici, in onda su RaiUno e arrivato alla sua diciassettesima edizione.

 

I giochi di cucina online oggi

La storia della tv dimostra che noi italiani abbiamo sempre avuto e continuiamo ad avere una grande passione per tutto ciò che è legato alla cucina.
Tutti vogliono diventare chef, per questo motivo oggi proliferano non solo i famosi format televisivi dove i concorrenti fanno a gara per preparare il piatto più originale e gustoso, ma soprattutto i giochi di cucina online.
Spesso non c’è bisogno di installare software, basta avere Flash Player oppure scaricare una app per poter giocare da smartphone, tablet o Pc.
Molti siti, inoltre, suddividono i giochi di cucina in generi: si possono trovare, ad esempio, i giochi di cucina tutti dedicati ai bambini, oppure a quelli dedicati alla cucina straniera, altri solo per dolci e preparazione di vari tipi di cioccolata e così via.
Per quanto riguarda il grado di abilità richiesto, si va dal classico gioco di cucina in cui bisogna comporre il piatto scegliendo gli ingredienti giusti, altri che sono invece a tempo, altri ancora sono in stile puzzle-game.

In evidenza

In evidenza