26/11/2020
Bingo

Il Nuovo Bingo è la versione rinnovata di uno dei giochi più famosi e diffusi al mondo, pensata per offrire tante novità e maggiori possibilità di vincita, senza rinunciare però alla caratteristica della semplicità. Andiamo dunque alla scoperta di tutte le novità e di come giocare al Nuovo Bingo, con nuovi bonus disponibili e funzionalità aggiuntive.

Bingo: poche e semplici regole

Il gioco del Bingo nasce nel 1929 a New York, quando Edwin Lowe, un venditore di giocattoli, prese parte a Beano, una variante del Lotto praticata in Georgia. Da qui la rapida diffusione, il cambio del nome e la creazione di regole ben definite. Facile, coinvolgente ed immediato, riesce ad appassionare tutti, grandi e piccoli, consentendo vincite significative e frequenti. L’obiettivo del gioco è molto semplice: basta seguire l’estrazione casuale dei numeri e riempire la propria cartella prima degli altri giocatori.
Il primo tra i partecipanti che completa un’intera fila o l’intera cartella si aggiudica la vittoria.

A differenza di quanto si possa pensare, il gioco richiede intuitività e strategia, oltre alla conoscenza di alcune semplici regole. La storia del Bingo è ricca di episodi interessanti, le fasi principali di gioco sono tre:

  • Acquisto delle cartelle: composte da 3 o 5 file, ospitano una combinazione casuale di 15 numeri, per evitare vincite simultanee. Ogni giocatore può scegliere quante e quali acquistare per aumentare statisticamente le proprie probabilità di vincita;
  • Estrazione: vengono estratti 90 numeri e i partecipanti controllano immediatamente se questi corrispondono a quelli presenti sulla propria cartella;
  • Conclusione: il primo giocatore che ottiene una cinquina o il completamento dell’intera cartella dichiara l’accaduto. L’annuncio della vincita è essenziale per il riconoscimento della stessa.

Al termine delle fasi di gioco si verifica l’assegnazione dei premi. L'ammontare della somma vinta, in caso di cinquina e di Bingo, è definito ad inizio partita dalla sala. Ogni premio può essere vinto una sola volta, precisamente dal primo giocatore che raggiunge ciascuna delle due posizioni.

Tutte le novità di Nuovo Bingo

Il Nuovo Bingo mantiene le regole del gioco tradizionale, ma si arricchisce di tantissime novità interessanti. I giocatori possono infatti scegliere tra 4 tipologie di sale, ciascuna delle quali presenta caratteristiche e dinamiche diverse:

  • Sala Rubino90: prevede numerosi premi aggiuntivi e l’estrazione di premi dall’Ambo al Bingo;
  • Sala Diamante90: prevede l’estrazione di premi originali e insoliti;
  • Sala Italia30: al posto dei numeri vengono estratti simboli che rappresentano province italiane e monumenti, per celebrare la bellezza del nostro paese;
  • Sala Zaffiro75: tabellone da 75 numeri, invece che da 90, ma tante nuovissime cartelle in più che consentono di vincere premi inaspettati.

Durante la partita inoltre ciascun giocatore può personalizzare la propria schermata, scegliendo i colori e la grafica dello sfondo, la musica da ascoltare e la voce adibita all’estrazione dei numeri. È disponibile inoltre la modalità demo, con soldi virtuali, che permette ai player di allenarsi e affinare le proprie competenze senza il rischio di perdere denaro.

Se sei un appassionato di Bingo online e vuoi mettere alla prova le tue capacità, puoi scoprire le sale dedicate al Bingo e provare il Nuovo Bingo. Potrai affinare la tua esperienza e testare le tue migliori tattiche, sperimentando tante funzionalità innovative, capaci di rendere ogni partita entusiasmante e unica. Per partecipare basta entrare nella tua area riservata e avviare il gioco.
 

Le origini e l’invenzione delle cartelle

1530, Italia: in questo periodo comincia a diffondersi un nuovo gioco chiamato “il Giuoco del Lotto d’Italia” e si tratta di un meccanismo ad estrazione in stile lotteria. Questi sono gli albori della storia del Bingo che, 3 secoli dopo, subirà una trasformazione. I francesi, infatti, aggiunsero carte e piccoli gettoni implementando la chiamata dei numeri.  

Nel 1778, in Francia, comparirà un gioco chiamato “Le lotto”, caratterizzato da 27 quadrati suddivisi in 3 file e 9 colonne. Così, i numeri dall’1 al 90 potevano essere mostrati nei 5 quadrati in ciascuna riga. In seguito, questo, arrivò negli Stati Uniti dove un matematico di nome Edwin Lowe, inventò un gioco che andava a sfruttare l’aleatorietà dei numeri per riempire un sistema di cartelle.

Per quanto riguarda queste ultime, però, bisognerà aspettare l’arrivo di un professore di matematica della Columbia University, Carl Leffer. Egli, sulla base di alcune regole specifiche del calcolo delle probabilità, riuscì a creare 6.000 cartelle tutte diverse a partire da 90 numeri possibili.

A cominciare da lì, la storia del Bingo è nota a tutti e passa attraverso le sale dedicate. Come per tutti i giochi, anche questo ha sviluppato la sua versione online: nei casinò online, infatti, sono offerte cartelle di vario costo e montepremi differenti. Basta registrarsi per poter prendere parte alle varie partite.

Perché si chiama Bingo?

Nel 1929, lo stesso matematico, nonché venditore di giocattoli Edwin Lowe, si trova ad Atlanta. Qui, vede alcune persone indaffarate in un gioco chiamato Beano che sembra essere molto divertente.
Quest’ultimo aveva le stesse regole di un gioco allora chiamato “Ward” ma, anziché utilizzare dei gettoni, usava alcuni “bean” e cioè, dei fagioli essiccati. Ecco che Lowe, da lì porta il gioco a New York facendolo conoscere al proprio giro di amici e conoscenti.
Si dice però che un giorno, uno di questi, nell’euforia dettata dal gioco, urlò “Bingo” al posto di “Beano”. La storpiatura di quel momento piacque molto, tanto da portare Lowe alla decisione di rinominare il gioco in questo modo.  

Se anche tu vuoi urlare “Bingo” e metterti alla prova tra numeri e cartelle, ti basta andare sul Bingo di Lottomatica e iniziare a divertirti.