06/06/2019
Le 5 strategie per battere il banco a Blackjack

Il Blackjack è il gioco di carte protagonista del Casinò che si svolge tra il banco e i giocatori. È nato in Francia nel XVII secolo con il nome di Vingt-et-un, ossia Ventuno, nome con il quale è conosciuto da molti ancora oggi. Dopo essere approdato negli USA, il gioco ha cambiato nome diventando Blackjack (fante nero) ed è stata inserita una variante in cui si poteva ottenere un bonus dal valore di 10 volte la posta, facendo 21 con un asso e un jack di picche. Attualmente questo ricco bonus è stato abolito, ma il nome del gioco è rimasto invariato.

Le 5 strategie per battere il banco

Il Blackjack è un gioco che dipende in gran parte dalle abilità del giocatore, e questo ha permesso a vari esperti di ideare delle strategie per tentare di avere la meglio contro il banco! Queste strategie è bene però metterle in pratica dopo aver imparato le regole del blackjack.
Vediamo quali sono le 5 principali e più conosciute:

  • La prima strategia da tenere a mente è quella del RADDOPPIO. Qui il giocatore raddoppia la puntata della mano e si impegna a chiedere un’ultima carta per concludere il suo turno. In questo modo il giocatore ha la possibilità di ottenere un guadagno superiore rispetto a quello standard. Bisogna però fare attenzione a quando adottare questa strategia: è bene usarla ad esempio con una coppia di assi ed è sconsigliata se la mano ha un valore sopra l’11 (c’è il rischio di sballare).
  • La seconda tra le strategie Blackjack più famose è quella dello SPLIT: consiste nel dividere le carte formando due mani differenti, a patto che le prime due carte ricevute abbiano lo stesso valore. Per utilizzare la strategia dello Split, bisognerà aggiungere una scommessa uguale a quella effettuata all’inizio che andrà a sostituire la puntata sulla seconda carta. Quando si può “Splittare”? E’ consigliabile ad esempio quando si ha asso-asso, 8-8, 7-7, 6-6; meglio evitarla con 10-10, 9-9, 5-5 e 4-4.
  • La terza strategia è quella del PAROLI’. In questo caso si parte con una puntata che può essere anche di valore minimo e, se il turno risulta perdente, si continua a utilizzare lo stesso valore fino alla terza mano persa consecutiva. Solo dopo questa terza mano, secondo quanto stabilito da questo metodo, il giocatore può alzare la puntata.
  • La quarta strategia è quella che consiglia di evitare di imitare il gioco del banco. Spesso infatti, anche se il banco “sballa” non è automatico che il giocatore vinca la mano, mentre se “sballa” il giocatore è al contrario automatico che il banco vinca. Statisticamente, quindi, il banco ha maggiori probabilità di vincita contro i giocatori, sia per come si comporta nel gioco, sia perché è avvantaggiato dalle regole del Blackjack.
  • La quinta e ultima strategia è quella che consiglia di fare attenzione all’assicurazione. Quest’ultima tattica permette al giocatore di assicurarsi contro l’eventualità che il mazziere faccia Blackjack. Solitamente, quando il banco mostra un Asso, il giocatore può scegliere se fare o meno l’Assicurazione, che consiste in una puntata collaterale da affiancare a quella iniziale. Le statistiche dimostrano che, a lungo andare, è meglio rischiare di perdere la puntata iniziale, giocando all’attacco, piuttosto che giocare in posizione di difesa.

Queste sono le 5 strategie base per chi vuole provare a battere il banco al Blackjack. Basta un po' di fortuna, ma soprattutto strategia e abilità per tentare di vincere!

In Evidenza