27/06/2019
Le lotterie internazionali: curiosità dal mondo

Nel nostro Paese c’è la Lotteria Italia, la vecchia Lotteria di Capodanno, la cui estrazione è in programma ogni 6 gennaio. È l’ultima superstite delle lotterie nazionali, che negli anni ’90 arrivarono fino a 13 appuntamenti annuali. Sono tante le curiosità: dal podio tutto campano di quest’anno, al record di tagliandi venduti (oltre 37.000.000) del 1988-89, fino ai 27.000.000€ di premi non riscossi dal 2002 (ricordiamo che è possibile verificare se il proprio biglietto è vincente con un semplice clic, inserendo serie e numero del tagliando).

Il Buono, il Grasso e il Danaroso: le Lotterie nel mondo


In Europa, è l’Euro Jackpot che riunisce diversi Paesi del Vecchio Continente in un unico montepremi, ma cosa accade negli altri Paesi? Ecco un mini giro del mondo per scoprire le principali lotterie internazionali:

  • Mega Millions, Usa    
    Con un jackpot di partenza di 40.000.000$ (in precedenza era di 15.000.000$) e con vari montepremi che raggiungono spesso enormi cifre, complici i tanti giocatori e le poche probabilità di vincita, Mega Millions è la più grande lotteria statunitense. È attiva in 44 Stati (più Columbia e Isole Vergini) ed è una sorta di consorzio di lotterie, che iniziarono a mettersi insieme nel 1996 con il nome Big Game, poi divenuto nel 2002 Mega Millions. Le regole sono simili al nostro SuperEnalotto: si scelgono 4 numeri compresi tra 1 e 70 e 2 numeri tra 1 e 25, oppure si lascia fare tutto al Random Number Generator. Vince chi ha il biglietto con tutti e 6 i numeri estratti. Il tagliando costa 2$: con 3$ si concorre solo per il jackpot e non per i premi minori. É il vincitore a decidere se richiedere il premio complessivo all’inizio o dilazionarlo in 30 anni. Lo scorso ottobre in South Carolina la vincita più alta di sempre: un fortunato giocatore si è portato a casa 1.600.000.000$.
  • The Health Lottery, Regno Unito       
    Il primo tratto distintivo di The Health Lottery (la lotteria della salute) è che non si tratta di una lotteria nazionale, ma di 12 lotterie della società locale, ognuna delle quali rappresenta diverse aree di autorità locali in tutta la Gran Bretagna: concesse in licenza dalla Gambling Commission, raccolgono fondi per cause benefiche relative alla salute all’interno delle aree di riferimento con una rotazione mensile tra le 12 realtà, in modo che tutto il territorio sia coperto. Lanciata nel 2001, fino allo scorso agosto constava di 51 lotterie con rotazione settimanale. The Health Lottery sostiene oltre 2.900 cause legate alla salute e al benessere tra Inghilterra, Scozia e Galles e ha finora raccolto più di 109.000.000£, aiutando 500.000 persone. I biglietti costano 1£ e si gioca scegliendo per ogni riga 5 numeri tra 1 e 50 (o facendoli scegliere al generatore automatico): indovinando tutti e 5 numeri ci si porta a casa il montepremi (minimo garantito 25.000£), ma sono tanti anche i premi secondari. 
  • Free Lottery, Regno Unito

    Altra sosta (doverosa) nel Regno Unito. Giocare alla lotteria senza spendere un soldo è il sogno di molti, qui è realtà. La Free Lottery di Lottery.co.uk, è, come suggerisce il nome, una lotteria gratuita, nel senso che non costa nulla, basta solo registrarsi sul sito: il prize fund viene pagato dagli inserzionisti e non dalle vendite dei biglietti. Si gioca online e le estrazioni sono giornaliere (ogni sera alle 19:30) e settimanali (il lunedì alle 14:00): si possono vincere 500£ al giorno, mentre il jackpot settimanale si spinge fino a 10.000£. Anche in questo caso il meccanismo è analogo a quello del SuperEnalotto: si selezionano 6 numeri da 1 a 75.

  • El Gordo de Navidad, Spagna
    L’ultima tappa è in Spagna per la lotteria di Natale, che da queste parti si chiama El Gordo de Navidad (letteralmente Il grasso di Natale, riferendosi all’ambito primo premio) ed è una tradizione immancabile anche per chi non è giocatore abituale: è una sorta di rito collettivo in occasione delle feste, con l’estrazione in diretta tv il 22 dicembre. La sua è una lunga storia: è organizzata, infatti, fin dal 1811, anche se si chiama così solo dal 1892. Più che una lotteria in senso stretto, è una sorta di riffa: i biglietti sono prestampati e hanno un codice a 5 cifre; i giocatori possono comprare un biglietto intero (billete) che costa 200€, oppure una parte del tagliando (décimo) da 20€. Ogni biglietto intero è venduto più volte (fino a 180) nella cosiddetta Serie, in cui viene aggiunto 1 numero in più all’originale sequenza di 5 cifre: il valore di un premio per persona è determinato da quanti giocatori hanno contribuito a ogni billete. Se, per esempio, un giocatore ha comprato un billete intero e questo biglietto si aggiudica il primo premio, allora vince 4.000.000€, mentre se 10 giocatori hanno un décimo, ciascuno contenente lo stesso codice vincente, si portano a casa 400.000€ a testa. Il montepremi – nomen omen – è robusto: oltre 2.000.000.000€.

 
Questo è un viaggio, inevitabilmente parziale, tra le lotterie internazionali più curiose. Paese che vai, tradizione che trovi, ma una cosa non cambia: la voglia di giocare con i numeri e sfidare la dea bendata! La fortuna, in fondo, non ha bisogno di un passaporto…        

In Evidenza