21/01/2017
Montepremi

Il Montepremi tra etimologia e storia

Montepremi è un termine composto dalle parole monte e premio e la sua definizione sta ad indicare un «quantitativo di denaro messo in palio da chi organizza un concorso basato sull’estrazione di numeri o sul pronostico di un evento sportivo».
Il Montepremi è quasi sempre legato ad una estrazione, che sia quella del LottoLotto oppure di una Lotteria qualunque, ma la storia non può che iniziare dall’estrazione dei numeri più famosa di sempre.

Il montepremi legato alle estrazioni del Lotto

In Italia il primo montepremi fu probabilmente vinto verso la metà del 1400, quando a Milano si organizzavano le ‘borse di ventura’, di sicuro però fu vinto a Firenze nel 1528 quando venne organizzato il primo banco del Lotto.
Il primo connubio tra montepremi legato alle estrazioni del lotto e beneficenza si registrò nel 1785 nello Stato Pontificio, quando papa Pio VI stabilì che i proventi sarebbero andati a favore delle Opere Pie.
Dal 1871 in poi, con l’unità d’Italia, le estrazioni del Lotto e il montepremi divennero famosi in tutto il Paese e con esse il loro Montepremi.
Nonostante nel corso degli ultimi anni le estrazioni del Lotto siano state soppiantate da quelle dei nuovi arrivati come Enalotto e Superenalotto, nel 2014 in Trentino Alto Adige si è registrata una super cinquina con un montepremi vinto di oltre tre milioni di euro con una giocata di soli 3,50 euro.
Attorno alla metà degli anni ‘50, fu ideato un gioco le cui schedine risultavano simili a quelle del totocalcio ma legate alle estrazioni delle ruote di Roma e Milano.
Nacque così l’Enalotto, che per circa quarant’anni ha distribuito montepremi importanti su tutto il territorio nazionale.
Nel 1997, visto il calo di interesse, l’Enalotto fu sostituito con il Superenalotto, tutt’ora in vigore. Il regolamento in vigore dal 2009 prevede che per vincere il montepremi si debba azzeccare la combinazione vincente data da due estrazioni separate: una che stabilisce la sestina dei numeri vincenti e il numero Jolly e una per il numero SuperStar.
A differenza del Lotto, nel Superenalotto, il montepremi viene suddiviso e ripartito equamente tra i vincitori delle cinque categorie.

Il Montepremi più alto di sempre

La lotteria con il primato del Montepremi più alto della storia vinto da un solo concorrente va al Powerball Usa, che ha raggiunto la cifra di 1,5 miliardi di dollari.
A gennaio del 2016, l’account di twitter della lotteria californiana comunicò che il biglietto del vincitore del Powerball da quasi 1,4 miliardi di euro era stato acquistato a Chino Hills, nella periferia di Los Angeles, il montepremi più alto non solo nella storia della lotteria americana, ma il più alto mai raggiunto al mondo da un giocatore.
Secondo il regolamento della popolare lotteria statunitense, il vincitore può scegliere di incassare tutto e subito, oppure optare per un pagamento a rate diluito in 29 anni, con un aumento annuale del 5% per adattarlo all’inflazione.

Il Montepremi vinto dal migrante

Non fa parte del guinness dei primati ma merita comunque una menzione il montepremi vinto in Spagna alla lotteria di Natale chiamata “El Gordo”.
Ngame, migrante di 35 anni di origini senegalesi, era arrivato in Spagna nel 1997, recuperato dalla Guardia costiera su un barcone nel Mediterraneo.
Dopo aver vissuto per anni nel sud della Spagna facendo lavori umili come il raccoglitore stagionale di frutta e verdura, a dicembre del 2015 Ngame, dopo aver perso il lavoro, ha acquistato un biglietto della lotteria che gli ha fruttato ben 400 mila euro.

Montepremi e lotterie istantanee

La lotteria istantanea più famosa in Italia, introdotta a febbraio del 1994 è il Gratta e Vinci, e nel corso di questi ultimi 22 anni ha distribuito tanti montepremi, alcuni particolarmente felici.
Il primo, ad esempio, vinto l’8 aprile del 1994, andò ad una giovane colf che tentò la fortuna in un bar di Lucca.
L’ultima in ordine di tempo è la vincita registra a Desio, nella Brianza, dove è stato vinto un montepremi di 10 milioni di euro.

Il montepremi di Wimbledon e la brexit

Dalle estrazioni del lotto ai grandi tornei internazionali. Wimbledon, il famoso torneo internazionale di tennis, negli ultimi anni ha registrato un crescendo impressionante del montepremi che nell’edizione 2016 si è attestato attorno ad una cifra di 2 milioni di sterline.
A quanto pare però la Brexit ha colpito anche la famosa competizione tennistica.
Paragonando infatti il valore dei due milioni di sterline che sono andati al vincitore e alla vincitrice della 130ma edizione di Wimbledon con quello del dollaro tra prima e dopo il referendum sulla brexit, vi sarebbe una differenza negativa che oscilla tra i 200 e i 400 mila dollari.

Il Roland Garros e il montepremi di Djokovic

Il montepremi del Roland Garros, il famoso torneo internazionale di tennis francese, quest’anno ha toccato quota 2 milioni di euro, una cifra importante ma sempre inferiore a quella di Wimbledon.
Eppure nel 2016 a Parigi c’è stato un montepremi da guinnes dei primati.
Al Roland Garros, infatti, il tennista Novak Djokovic, ha superato il montepremi mai guadagnato da un tennista arrivando alla cifra di oltre cento milioni di dollari.
Il numero uno del ranking ATP ha in questo modo superato il montepremi di Roger Federer di 98 milioni di dollari, che purtroppo al Roland Garros 2016 si è dovuto fermare a causa del mal di schiena.

In evidenza