27/08/2019

5 curiosità sul Texas Hold’em che ogni giocatore dovrebbe sapere

5 curiosità sul Texas Hold’em che ogni giocatore dovrebbe sapere

Tra le varianti di Poker il Texas Hold’em è sicuramente la più conosciuta e giocata al mondo. Le regole principali sono note: si gioca con un mazzo da 52 carte francesi e i giocatori ricevono 2 carte a testa che, assieme alle 5 carte comuni scoperte dal mazziere durante le varie fasi di gioco formano il punto di ogni giocatore. Lo scopo del gioco è avere la migliore mano con 5 carte, usando la combinazione delle 2 carte coperte personali e le 5 carte comuni distribuite sul tavolo: il giocatore che guadagna tutte le chip degli altri (questo significa Hold’em, Tienile tutte) vince.

5 curiosità sul Texas Hold’em

Queste sono le regole principali, le basi da cui partire: il Texas Hold’em è, tuttavia, un gioco in cui servono, oltre a un po’ di fortuna, anche abilità e strategie. Matematica, psicologia e adrenalina si miscelano e rendono una partita spettacolare, sia svolta su un tavolo verde fisico oppure online.  

Ecco 5 curiosità sul Texas Hold’em che ogni giocatore dovrebbe sapere:

  1. Starting Hand
    Come già detto, nell’Hold’em, all’inizio di ogni mano, vengono distribuite 2 carte coperte: sono ben 169 le combinazioni di carte possibili, che salgono addirittura a 1.326 includendo i vari semi. Tolte tutte le coppie, esistono 78 combinazioni di carte suited, ovvero il 46% del totale. Ancora: ci sono 6 combo di A-A e 16 di A-K (di cui soltanto un quarto suited) che, sommate, corrispondono a poco più dell'1% delle starting hand possibili. In generale si considerano 221 mani, distinguendo solo tra suited e off-suited.
  2. Coin-flip
    Flip a coin in Inglese vuol dire fare testa o croce, lanciare la monetina: nel gerco pokeristico coin-flip indica una situazione in cui 2 giocatori si trovano all-in pre-flop in un colpo al 50%, tendenzialmente una coppia contro 2 carte spaiate di valore superiore. Nella maggior parte dei casi questa percentuale viene approssimata a danno delle coppie, che, in realtà, partono quasi sempre con un leggero vantaggio: fa eccezione il caso in cui ci si trovi con 2-2 contro A-K suited; questa mano gioca, infatti, al 50% (49,6% contro 49,77% per l’esattezza) ed è l’unico vero coin-flip del Texas Hold’em. 
  3. Centrare un punto al flop
    Di percentuali in percentuali: le possibilità di centrare una coppia qualsiasi al flop sono circa il 40%, con il 5% di probabilità di centrare una doppia coppia e il 2% un tris. Si arriva, poi, a percentuali da prefisso telefonico per i punti più forti: scala (0,39%), colore (0,19%), Full House (0,14%), fino al poker (0,024%) o alla scala reale (0,0015%).
  4. Questione di numeri
    Poniamo che voi siate all-in pre-flop con un overpair sul flop 8♠ 7♠ 3♥ e il vostro avversario giri 10♠ 9♠: è meglio partire con una coppia d’Assi o una coppia di Jack? Le probabilità di vittoria, a conti fatti, aumentano con la coppia inferiore, a prescindere dal fatto che una delle due carte sia o meno di picche: il Jack è, infatti, un'arma a doppio taglio per l’avversario, che, anche centrando una scala al turn, vi lascerebbe la possibilità di ribaltare la situazione al river chiudendo Full House.
  5. Non vedo una mano  
    È una frase ricorrente durante una partita tra i giocatori: non si concepisce di dover aspettare spesso molto a lungo prima di avere una mano giocabile. Secondo il matematico e giocatore americano David Slansky, in realtà, solo 72 mani su 221 meritano di essere giocate e, di queste, appena un terzo si possono considerare davvero mani forti: un giocatore medio, insomma, entrerà nel colpo circa 1 volta su 10 e avere delle pessime Starting Hand per 30, 40 o anche più mani è la normalità.

Queste sono le 5 curiosità sul Texas Hold’em che ogni giocatore dovrebbe sapere: se siete appassionati di Poker e volete conoscere altri aneddoti interessanti, potete continuare a seguire le news su Lottomatica.it.

L'ADRENALINA DEL POKER, LA SICUREZZA DI LOTTOMATICA.

Il Poker di Lottomatica usa un protocollo Secure Socket Layer con chiavi a 1024 bit e algoritmi di crittografia 3DES. La piattaforma di gioco è basata su Blowfish, un algoritmo aggiornato automaticamente ogni 10 minuti.

La sicurezza del gioco è certificata da TST Verified

In Evidenza