16/01/2020

Vuoi imparare a giocare a Poker? Ecco alcuni dei nostri consigli

Vuoi imparare a giocare a Poker? Ecco alcuni dei nostri consigli

Il Poker, come abbiamo più volte sottolineato, è uno dei giochi più diffusi, amati e praticati al mondo, con una ricca community di giocatori.  

Il motivo è presto detto: è un gioco affascinante. Ciò si deve in primis alla sua lunghissima tradizione, che ha portato alla nascita di molte varianti e diverse modalità di gioco, anche online, ognuna delle quali dotata di regole proprie e sfumature differenti.

C’è, insomma, sempre da imparare al tavolo verde, che a giocare siano neofiti o vecchie volpi, dilettanti o professionisti: scuole e tutorial abbondano, come anche libri, saggi tecnici e consigli dei Pro; tutti certamente spunti preziosi per apprendere i “trucchi” del mestiere, anche se la scuola migliore resta l’esercizio.

Ecco alcuni dei nostri consigli per imparare a giocare (bene) a Poker:

  • Partire dalle basi

Può sembrare scontato e superfluo, ma per provare a vincere bisogna prima conoscere bene il gioco: sapere cosa fare, studiare le nozioni di base, partire dalla teoria. Gettare, insomma, le basi su cui, poi, imperniare le strategie del Poker e le impostazioni di gioco. Piccoli passi per grandi risultati.             

  • Occhio alla posizione

Come già evidenziato, dei concetti da apprendere nell’approccio al mondo del poker, la posizione è indubbiamente uno di quelli più complessi, ma essenziali: studio, preparazione, esperienza e qualche inevitabile errore all’inizio servono per comprendere la grande importanza della posizione al tavolo da gioco; una discriminante a volte addirittura più importante delle carte stesse. Un rilancio da Under the Gun, ovvero alla sinistra del grande buio, espone, per esempio, a notevoli rischi rispetto a un raise fatto dal bottone, cioè seduti alla destra dello small blind. Valutare cosa fare in base a dove ci si trova è fondamentale.      

  • Selezionare le mani

Ai primi contatti con il tavolo verde capita di voler giocare tutte le mani: in realtà, l’approccio migliore è fare una selezione accurata delle mani in cui giocare, chiamare e rilanciare. È consigliabile da principio aspettare soltanto mani eccellenti (come una coppia alta o un asso accompagnato da re o donna) e vincere il timore di passare, se si pensa di non avere una mano buona. Pian piano si potrà giocare un numero maggiore di mani. È fondamentale, poi, valutare il tutto in base alla propria posizione, che, come si è visto, fa assumere grande valore alle mani oppure le rende decisamente evitabili.

  • Valutare l’importo di rilanci e puntate

Un altro elemento rilevante, specie agli inizi, è l’importo dei rilanci preflop e delle puntate postflop: le dimensioni corrette tra rilanci e puntate sono alla base del buon Poker. Serve anche qui un’attenta valutazione: un raise 50x preflop è, per esempio, da evitare, specie quando la propria starting hand vale molto.

  • Ricordarsi di foldare

Così come occorre selezionare con cura le mani preflop, analoga attenzione va messa nel postflop, dove esiste l’opzione, spesso trascurata, del fold, ovvero decidere di non partecipare più alla mano, restituendo le carte al dealer. Lo si tende a fare anche quando la mano non ha più possibilità di successo lungo il board. È un errore: a volte il fold è la soluzione migliore per non perdere troppe chips.

Questi sono alcuni dei consigli per chi vuole imparare a giocare: ora è il momento di sedersi al tavolo verde, nei tornei di Poker o nei tavoli cash e passare dalla teoria alla pratica, testando le propria abilità di giocatore, confrontarsi con gli avversari e trovando le migliori strategie. 

Se volete conoscere altre curiosità sul gioco, potete continuare a seguire le news dedicate al Poker.

L'ADRENALINA DEL POKER, LA SICUREZZA DI LOTTOMATICA.

Il Poker di Lottomatica usa un protocollo Secure Socket Layer con chiavi a 1024 bit e algoritmi di crittografia 3DES. La piattaforma di gioco è basata su Blowfish, un algoritmo aggiornato automaticamente ogni 10 minuti.

La sicurezza del gioco è certificata da TST Verified