11/04/2017

Intervista a Bianca8Neve, la regina della poker room di Lottomatica

poker

Al Tana delle Tigri anche il poker in rosa, Bianca8Neve ci racconta il suo poker, fatto di divertimento e tanta amicizia.

Chi è Bianca8Neve

“Mi definisco una giocatrice stagionale, gioco a poker solo d’inverno per via della mia occupazione.”
Di Rimini, 47 anni, imprenditrice, ha un albergo sulla riviera, gioca a poker da 7 - 8 anni.  Il suo bene più prezioso i figli. Questa è Bianca8neve, una delle tante donne che hanno la passione per il poker e hanno partecipato al Tana delle Tigri. Fondamentalmente timida, ha un pessimo rapporto con le telecamere, ma ci ha voluto raccontare la sua storia fatta di poker, amicizia e tanto divertimento. 
 
Primi passi

Mi sono avvicinata al poker grazie a mio figlio, lui è un giocatore professionista. Seguivo lui e così ho iniziato a fare i miei primi tornei online. Sia chiaro, per me il poker è divertimento, non sono una studiosa come mio figlio, mi piace passare il tempo ai tavoli conoscere gente”.
Gioco a poker da ottobre ad aprile, poi il lavoro mi prende in pieno e quindi diventa difficile coniugare le due cose. Allora saluto gli altri e do appuntamento a ottobre.

Il mio poker

“Il mio primo torneo live l’ho giocato a Campione con buyin di 600,00 euro. Ero tesissima, provavo a mascherare la tensione, ma la poca dimestichezza con le chips vanificava il mio tentativo di mascherare la tensione”.  
“Online invece ho sempre giocato con Lottomatica, ho vinto diversi tornei nel mio piccolo, amo gli Mtt, e la variante preferita è l’Omaha. Quando faccio qualche giocata che non porta i frutti sperati chiedo a mio figlio consigli e lui mi spiega cosa avrei dovuto fare. Il mio pensiero principale sono i miei figli. Il poker per così dire ci lega, diventa quasi un modo di essere, partiamo dalla giocata e poi parliamo d’altro. È bello cosi il nostro rapporto”.

Preferisco l’online, ma sono sempre me stessa

“Sono una persona molto discreta, molto timida, ed è il motivo per cui preferisco giocare online piuttosto che live. Certo dietro a un pc non ti vede nessuno, se sei nervosa non lo sa nessuno. Puoi esprimere te stessa senza avere il timore di essere osservata. Nel live, invece al tavolo, tutto diventa più complicato. Sia online che live, comunque il principio rimane lo stesso, mi diverto e faccio amicizia, ci diamo appuntamento a un determinato orario per un torneo online o ci si vede a qualche tavolo live come è successo a Perla, al Tana delle Tigri.

La competizione delle donne

“Quando mi chiedono con chi preferisco giocare tra uomo e donna, beh dico uomo, senza nessun secondo fine semplicemente perché tra donne si innesca subito la competizione e dunque il gioco si fa difficile spesso pesante. Tra uomo e donna non c’è differenza, alla fine io mi siedo al tavolo e faccio il mio gioco se uno è simpatico ci parlo pure, ma fondamentalmente preferisco le persone simpatiche ed educate.
L’esperienza a un tavolo di sole donne è allucinante: ho partecipato qualche anno fa sempre con Lottomatica al torneo Ladies Event agli Assi del Poker di San Marino, dove la tensione era alta e fin da principio si è innescata subito un’aria pesante, praticamente se non ci sai fare ne esci con le ossa rotte”.

La mano preferita

“La mia mano preferita è J e 10. Mi porto a casa una bella esperienza, ho conosciuto gente che conoscevo solo tramite nickname.  Perché alla fine gli amici li frequenti tutti i giorni anche giocando a poker.

L'ADRENALINA DEL POKER, LA SICUREZZA DI LOTTOMATICA.

Il Poker di Lottomatica usa un protocollo Secure Socket Layer con chiavi a 1024 bit e algoritmi di crittografia 3DES. La piattaforma di gioco è basata su Blowfish, un algoritmo aggiornato automaticamente ogni 10 minuti.

La sicurezza del gioco è certificata da TST Verified

Promo