05/03/2020
Le posizioni nel Poker Americano

Il Poker è uno dei giochi di carte più amati dai player di tutto il mondo e forse, proprio per questo, viene giocato da milioni di persone nelle versioni che si sono sviluppate nel corso del tempo: tra le più utilizzate c’è il Poker americano, noto anche come Texas Hold’em.

Come si gioca al Poker Americano

Nella variante del Poker Americano i giocatori utilizzano tutte e 52 le carte del mazzo, esclusi i jolly: il numero di partecipanti può variare da un minimo di 2 giocatori ad un massimo di 22, ma solitamente si preferisce completare il tavolo una volta arrivati a 10 concorrenti per migliorare l’esperienza di gioco.

Prima di iniziare la partita è necessario che tutti i giocatori effettuino una puntata obbligatoria, il cui valore aumenta ad ogni turno: si passa dal Piccolo Buio (Small Blind) che viene corrisposto dal primo giocatore dopo il mazziere e Grande Buio (Big Blind), di valore doppio, viene corrisposto dal giocatore alla sinistra del piccolo buio.

Successivamente, il mazziere distribuisce a ogni giocatore 2 carte coperte (Hole Cards), mentre i due bui sono già sul tavolo. Terminata questa prima fase, inizia il primo turno di gioco, al quale segue il primo turno di puntate in cui ogni giocatore ha la possibilità ad ogni turno di gioco di: fare vedere la puntata (call), rilanciare (raise), passare (fold).

Ogni turno si articola in 4 fasi:

  • Preflop: il mazziere serve le 2 carte coperte a ciascun giocatore, quindi si procede al primo turno di puntate. L’obbligo di parlare per primo spetta al giocatore alla sinistra del grande buio;
  • Flop: il mazziere “brucia” la prima carta del mazzo e mette al centro del tavolo tre carte scoperte (flop), che saranno in comune a tutti i giocatori. L’obbligo di parola spetta al primo giocatore a sinistra del mazziere, tra quelli che sono rimasti in gioco dal turno di puntata precedente;
  • Turn: il mazziere provvede a servire la quarta carta comunitaria, anch’essa scoperta, detta appunto turn;
  • River: il mazziere provvede a servire la quinta e ultima carta comunitaria, anch’essa scoperta, noto come il river.

La combinazione valida per aggiudicarsi il punto finale è costituita dalle 5 migliori carte, ottenibili da ciascun giocatore anche utilizzando le 2 carte coperte in combinazione con qualsiasi delle 5 carte comuni.

L’importanza delle posizioni

La posizione dei giocatori in una mano di Poker è uno degli aspetti del gioco che assume maggiore rilevanza ed è estremamente importante nella specialità del Texas Hold’em.

Infatti, la posizione può avere una grossa influenza sulla strategia di gioco e sul modo in cui viene portata avanti la mano. A questo proposito è sufficiente ricordare che parlare dopo un avversario può offrire vantaggi notevoli, quali:

Se altri giocatori si sono ritirati, le probabilità di vincere aumentano;

Si possono raccogliere più informazioni, dal momento che gli avversari di gioco hanno già effettuato la propria giocata.

In un tavolo da 10 partecipanti, si possono osservare le seguenti posizioni:

  • Il dealer: è il cosiddetto bottone, cioè la persona che precede il piccolo buio e il grande buio, definiti rispettivamente posizione 1 e posizione 2. In posizione 3 troviamo il giocatore “Under the gun” (UTG). Le posizioni 1,2,3 vengono definite “early positions”, cioè posizioni iniziali;
  • Le ultime tre posizioni sono le posizioni finali, “late positions”. Di queste la penultima è il cosiddetto cut-off, l’ultima è proprio il bottone. Le altre posizioni sono quelle intermedie, “Middle positions”.

La posizione del dealer è la migliore in quanto una volta che viene girato il flop, il dealer è sempre l’ultimo a parlare. Questo significa che si può vedere il gioco degli avversari, raccogliendo così un gran numero di informazioni che si possono sfruttare per fare la mossa migliore. Al contrario le posizioni di piccolo buio, grande buio e “under the gun” sono le meno vantaggiose: dato che sono le prime a parlare dopo il flop e non si hanno grosse informazioni sugli altri giocatori.

Se desideri approfondire le modalità di gioco e le regole di partecipazione del Poker Americano, puoi scoprirlo qui su Lottomatica.it.

L'ADRENALINA DEL POKER, LA SICUREZZA DI LOTTOMATICA.

Il Poker di Lottomatica usa un protocollo Secure Socket Layer con chiavi a 1024 bit e algoritmi di crittografia 3DES. La piattaforma di gioco è basata su Blowfish, un algoritmo aggiornato automaticamente ogni 10 minuti.

La sicurezza del gioco è certificata da TST Verified