15/02/2021

Il Poker è uno dei giochi da tavolo più conosciuti di sempre. Tra quelli d’azzardo è sicuramente tra i più noti e per questo si è facilmente diffuso tutto il mondo, grazie anche alle sue numerosissime varianti. Queste, nonostante il trascorrere del tempo, sono state capaci di riunire numerosi appassionati che spesso si sono trovati in situazioni curiose e particolari: scopriamone insieme qualcuna.

Poker: storia e curiosità

Il gioco del Poker nasce nella città di New Orleans, dai marinai persiani che lo presentano ai colonizzatori francesi: il nome, così come oggi lo conosciamo, deriva proprio dal termine “poque” (ingannare). La fama del poker, però, continua a crescere, spostandosi nella vicina Louisiana, dove all’inizio del XIX secolo, sviluppa alcune specifiche caratteristiche, rimaste poi invariate sino ai nostri giorni.

Quello che veniva giocato lungo le rive del Mississippi, però, era un gioco ancora molto diverso da quello a cui noi siamo abituati. Basti pensare all’utilizzo di sole 20 carte, al posto delle 52 consuete: il mazzo verrà ampliato solo nel 1834. Le partite coinvolgono, sin da subito chiunque, tanto che i giocatori iniziano a puntare qualunque oggetto di valore avessero con sè: monete, pepite, contratti, tutto era utile per poter accedere alla partita.

In effetti, le fiches arrivano solo nel XX secolo, quando vengono create case da gioco e casinò. Sempre a questo periodo risale la nascita del Texas Hold'em, tutt’ora, la variante più diffusa e nota tra quelle possibili, e anche nel ‘belpaese’ ha ormai scalzato il Poker all’italiana. La paternità viene rivendicata dalla città texana di Robstown, ma non si può essere davvero certi che la prima partita sia stata effettivamente giocata lì.

È ufficiale, invece, la data delle prime World Series of Poker, tenutesi a Las Vegas nel 1970. In quell’occasione, un gruppo di 7 giocatori professionisti decide di sfidarsi per proclamare il miglior giocatore al mondo: Johnny Moss, che si aggiudica la vittoria, ma per votazione e non per eliminazione diretta. Solo tre anni dopo, l’evento diventa così importante che la CBS inizia a trasmetterlo in diretta nazionale e da quel momento sarà un appuntamento fisso.

Le situazioni di gioco più particolari

Essere abili giocatori di poker non significa solo saper applicare le regole del poker, che sia una partita in presenza o una situazione di gioco di poker online. I più esperti, infatti, fanno spesso uso di particolari espressioni, utili a definire specifici momenti della partita. Conoscerle può aiutare a migliorare il proprio gioco, la propria strategia e quindi il proprio livello di professionalità, lasciando la possibilità di accedere a match sempre più prestigiosi e importati.

Ma quali sono le situazioni di gioco più particolari? Ecco le più curiose:

  • Aces and Spaces - Freeroll: una mano di cinque carte con due Assi e altre tre carte senza valore;
  • Alabama Night Riders - GTD: tre re. La sigla abbreviata di questo termine è K-K-K;
  • Bet in the Dark - Cash Race: annunciare una puntata prima che le carte vengano distribuite o senza guardare le carte;
  • Texas Dolly - Sit&Go Leaderboard: la mano che deve il suo nome a Doyle Brunson, detto “Texas Dolly”, che vinse ben due titoli mondiali con in mano un 10 e un 2;
  • Cowboys - Slot&Go Leaderboard: coppia di re nel Texas Hold’em;
  • Seventh Street - MTT Series: quinto e ultimo giro di puntate;
  • Acey - Deucey: doppia coppia di Assi e 2, oppure, nel Texas Hold'em, asso e 2 come prime due carte di un giocatore;
  • Cold Call: chiamare più di una puntata in una singola azione;
  • Ainsworth: 6-2 come mano di partenza nell'Hold'em.

Ma tra le situazioni più particolari, che senza dubbio hanno segnato la storia del gioco del Poker, è impossibile non citare la partita più lunga mai giocata. Siamo nel 1881, al Bird Cage Theatre di Tombstone, in Arizona, molto tempo prima che nascessero i tornei così come oggi li conosciamo. Qui la partita è durata ben 8 anni, 5 mesi e 3 giorni: un record mai visto prima.

Il poker, quindi, non smette mai di sorprendere. Con le sue innumerevoli sfaccettature, le strategie, il dinamismo e la sua secolare storia, riesce sempre a coinvolgere tutti, appassionati e non. Un gioco da tavolo che si è trasformato in cultura popolare, entrando nell’immaginario di tutti e scrivendo, in maniera del tutto inaspettata, la storia dei giochi d’azzardo.

L'ADRENALINA DEL POKER, LA SICUREZZA DI LOTTOMATICA.

Il Poker di Lottomatica usa un protocollo Secure Socket Layer con chiavi a 1024 bit e algoritmi di crittografia 3DES. La piattaforma di gioco è basata su Blowfish, un algoritmo aggiornato automaticamente ogni 10 minuti.

La sicurezza del gioco è certificata da TST Verified