GP Imola: quote, risultati e statistiche

Una rentrée attesa e gradita da appassionati e piloti. Dopo 14 anni d’assenza, Imola torna in Formula 1. L’autodromo Enzo e Dino Ferrari ospita domenica 1° novembre 2020 il GP dell’Emilia-Romagna, 13ª tappa dell’inedito Mondiale 2020, iniziato in ritardo a causa della pandemia di Covid-19. Partenza fissata alle 13:10: un paio d’ore prima del normale start delle gare europee, perché il 25 ottobre è entrata in vigore l’ora solare, le giornate sono più corte e da evitare ci sono buio e freddo. Analizziamo quote, risultati e statistiche del GP di Imola.

Quote scommesse GP F1 Imola 2020

Prima di entrare nel dettaglio delle quote scommesse sul GP F1 di Imola 2020, un dato interessante: dei 20 piloti al via l’1/11/2020 sul circuito del Santerno, 1 solo era presente nel 2006, anno dell’ultima volta del Circus iridato 1 tra Tamburello, Acque Minerali e Tosa. SI tratta di Räikkönen: all’epoca alla McLaren, oggi all’Alfa Romeo, il finlandese è, nel frattempo, diventato recordman di partenze in Formula 1.

A partire con i favori del pronostico non può che essere lui: Lewis Hamilton. Il numero 44 della Mercedes ha dominato fin qui la stagione, togliendosi anche lo sfizio di eguagliare Michael Schumacher per numero di vittorie (91) in Formula 1. E ora il britannico punta a conquistare il suo Mondiale numero 7 (il 4° consecutivo), che gli consentirebbe di raggiungere in vetta proprio Schumi. Curiosità: salendo sul gradino più alto del podio a Imola, il circuito italiano diventerebbe il 29° circuito diverso in cui Hamilton ha vinto.

Difficile, salvo imprevisti, che nel circuito intitolato al fondatore la Ferrari possa lottare per la vittoria: Leclerc e Vettel stanno vivendo una stagione nera più che rossa. Il podio, colto 2 volte finora dal monegasco, rappresenterebbe già un traguardo. Dura da digerire per una scuderia che a Imola ha vinto quasi un terzo delle edizioni fin qui disputate (8 successi su 26 gare), 6 tra il 1999 e il 2006.

Più chance in chiave vincente del Gp di Imola per il compagno di Hamilton in Mercedes, ovvero Bottas, e per Verstappen della Red Bell. Attenzione, però, anche a Racing Point, Renault e Alpha Tauri.

Tipologie di scommessa Quote F1 Gp Imola
Vittoria GP Emilia Romagna Hamilton = 1.40 Bottas = 3.75 Verstappen = 5.50
Ferrari entrambe ai punti Leclerc = 23.00 Perez = 35.00
Sì = 1.55 No = 2.28
Vincente Qualif. Uff. Pole Position Hamilton = 1.45 Bottas = 3.00 Verstappen = 7.00

Gp di Imola: la storia

Il 1° GP ufficiale di Formula 1 a Imola si corse nel 1980, in sostituzione di Monza. In realtà, già l’anno prima, nel settembre del 1979, i bolidi sfrecciarono sul circuito del Santerno per il Gran Premio Dino Ferrari, non valido, tuttavia, per il campionato mondiale (e vinto, per la cronaca, da Lauda). Alla corsa si lavorava già dal 1974, con Enzo Ferrari e la Federazione auto motoristica sammarinese tra i fautori. Dal 1981 Imola entrò stabilmente in calendario, come Gran Premio di San Marino: vi resterà fino al 2006 per un totale di 26 edizioni valide per il Mondiale. Su questo tracciato, il 1º maggio 1994, perse la vita Ayrton Senna in un caotico e drammatico weekend che vide anche la morte anche di Roland Ratzenberger e diversi incidenti drammatici, tra cui quello di Rubens Barrichello. In seguito, la pista, inaugurata negli anni ’50, fu modificata e ricostruita in larga parte (70%), senza, però, perdere il suo fascino.

GP Imola 2020: le edizioni da ricordare

Al di là del terribile 1994, sono tante le edizioni da ricordare del Gp di F1 di Imola:

  • 1980 - È l’anno dell’esordio di Imola nel Mondiale: per l’occasione, il circuito del Santerno sostituisce Monza (unica volta finora in cui il GP d’Italia non si è disputato del tempio brianzolo della velocità). Vince Nelson Piquet su Brabham davanti alle Williams di Jones e Reutemann.
  • 1982 - Duello in casa Ferrari tra Gilles Villeneuve e Didier Pironi. La spunta il secondo, ma, per Villeneuve, senza aver rispettato l’ordine di scuderia di mantenere le posizioni. Due settimane più tardi Villeneuve morirà a Zolder. Da segnalare anche il 1° podio in carriera per Michele Alboreto su Tyrrell.
  • 1983 - La Ferrari concede il bis, stavolta senza polemiche: a tagliare per 1° il traguardo è Patrick Tambay, con l’altro ferrarista Arnoux 3°. Sul podio sale anche Alain Prost. È l’ultima volta in F1 di un podio con 3 piloti della stessa nazione.
  • 1985 - È l’anno della 1ª vittoria italiana, che porta la firma di Elio De Angelis su Lotus: il pilota romano sfrutta i ritiri di Senna e Johansson e la squalifica di Prost, 1° al traguardo, per peso irregolare.
  • 1989 - Altro duello tra compagni di squadra, ma questa volta alla McLaren: Senna e Prost si accordano per non darsi battaglia al via, mantenendo le posizioni acquisite dopo il semaforo verde. Senna, durante il primo giro, attacca, però, e supera il francese, che s’infuria. L’acme della tensione si raggiungerà a Suzuka.    
  • 2005 - Imola ospita l’ideale passaggio di consegne tra il 7 volte campione del mondo Michael Schumacher e il giovane Fernando Alonso, che vince la sua 3ª gara di fila e getta le basi del 1° dei 2 mondiali con la Renault. E l’anno prossimo il pilota di Oviedo rientrerà nel Circus iridato proprio con la casa francese.           

Gp Imola: i vincitori indimenticabili

Imola è un tracciato molto tecnico, difficile da interpretare, con curve e staccate complesse: ai piloti piace e non è un caso che qui abbiano vinto alcuni tra i migliori assi del volante. Su tutti, Michael Schumacher, che qui ha anche il record in gara, stabilito nel 2004 (1:20:411). Tra i nomi illustri dell’albo d’oro troviamo Senna, Prost e Mansell. Sono 2 le vittorie italiane: il già citato De Angelis e Riccardo Patrese, che vinse con la Williams nel 1990 al termine di una gara esaltante. Sul podio quell’anno salì anche Alessandro Nannini. Meritano una menzione anche Frentzen e Ralf Schumacher, fratello minore di Michael, che in Romagna hanno vinto il loro 1° Gran Premio, entrambi su Williams, rispettivamente nel 1997 e nel 2001.

Statistiche GP Imola

In chiusura diamo un’occhiata ad alcune delle statistiche più interessanti relative al GP di Imola:

  • In 26 edizioni del Gran Premio di San Marino valide per il Mondiale di F1 ci sono stati 14 vincitori diversi: il 1° fu Piquet nel 1981, l’ultimo Michael Schumacher nel 2006.
  • Recordman di vittorie è Michael Schumacher, per 7 volte sul gradino più alto del podio. Poi Senna e Prost (3).
  • A livello costruttori, svettano Ferrari e Williams, con 8 successi ciascuna, seguite dalla McLaren (6).
  • Il record del circuito è stato stabilito da Jenson Button nel 2004 con la BAR-Honda: 1:19:753.
  • Il tracciato misura 4.909 metri di lunghezza, con 12 curve a sinistra a 9 a destra.

L’attesa è quasi finita: sta per riaccendersi il semaforo verde del GP di Imola, new entry dal fascino antico del Mondiale 2020. Su Better di Lottomatica puoi approfondire quote e tipologie di scommesse sulla Formula 1.