Tra Roma e Buenos Aires ci sono oltre 11.000 km e un oceano di mezzo, ma le due capitali sono molto più vicine di quel che si possa credere: è un pallone ad accorciare le distanze.             

Proprio come Euro 2020, spostato al 2021 per l’emergenza coronavirus, anche la Coppa America è slittata in là di un anno a causa della pandemia: la 47° edizione del campionato continentale di calcio del Sud America si terrà dall’11 giugno all’11 luglio 2021. Se la fase finale del campionato europeo avrà il suo via allo stadio Olimpico di Roma con Turchia-Italia, la Coppa America scatterà dal Monumental di Buenos Aires, la casa del River Plate, con un’avvincente Argentina-Cile, remake delle finali 2015 e 2016.

Le analogie non si fermano qui: proprio come gli Europei, anche il più longevo torneo calcistico per nazionali tuttora disputato (è nato in Argentina nel 1916) sarà per la 1° volta itinerante. Le partite della Copa América 2021 si disputeranno in 9 stadi di altrettante città tra Argentina e Colombia.

Quote vincente Coppa America 2021

Analizziamo ora le quote vincente della Coppa America 2021.   

In pole position, per i bookmaker, parte l’Argentina (2.80), co-padrona di casa: l’Albiceleste è 2° nell’albo d’oro della competizione, avendone vinte 14 edizioni, 1 in meno dell’Uruguay. L’astinenza, però, inizia a farsi lunga: l’ultimo successo della Selección è datato 1993. Poi sono arrivate 4 sconfitte in finale: nel 2004 e nel 2007 con il Brasile, nel 2015 e nel 2016 con il Cile.           

Proprio i verdeoro, campioni in carica, sono i 1° inseguitori: una vittoria della Seleçao è quotata 3.20. Il Brasile, 9 volte vincitore della Copa América, è campione in carica: nel 2016, in casa, Dani Alves e soci ebbero la meglio 3-1 sul Perù, rifacendosi in qualche modo del disastroso mondiale casalingo del 2014 (ricordate il famigerato Mineirazo?).            

A 5.50 s’inserisce l’altra nazione ospitante, ovvero la Colombia: conta, certo, il fattore casa per la nazionale guidata dal portoghese Carlos Queiroz, ma anche la grande qualità della rosa. I Cafeteros possono contare, infatti, su giocatori di talento ed esperienza in ogni reparto. C’è anche molta “Italia”: da Cuadrado a Muriel dell’Atalanta fino al portiere Ospina. I precedenti dicono: 1 successo (2001) e 1 sconfitta in finale (1975), con 6 semifinali raggiunte e 3 medaglie di bronzo, l’ultima nel 2016.      

Proseguendo nell’analisi delle quote vittoria della Coppa America, appena giù dal podio si piazza l’Uruguay (8.50): sono 15 i successi della Celeste (l’ultimo nel 2011 sul Paraguay), che ha il record di partecipazioni alla fase finale del torneo (44). Forse un po’ “stagionata” ma sempre temibile la rosa guidata da Óscar Tabárez, entrato nel novembre 2019 nel Guinness World Record per le sue 200 volte con l’Uruguay, record per un allenatore sulla panchina della stessa nazionale.         

A quota 11.00 troviamo il Cile di Vidal e Medel, vincitore nel biennio 2015-2016 e sul podio in 10 occasioni. Curiosamente, tra il 1916 e il 1920, nelle prime 4 edizioni della Copa América, la Roja finì al 4° posto in 4 edizioni di fila; stesso risultato nel 2019, dopo la sconfitta 2-1 con l’Argentina.      

Più distanti, nelle quote vincente Copa América, sono Perù (25.00), Paraguay e Venezuela (35.00) ed Ecuador (50.00).     

Paga 80.00 volte la posta una vittoria delle 2 nazionali ospiti, ovvero Qatar, laddove si giocheranno i Mondiali 2022, e Australia: dal 1993 è tradizione che alla competizione continentale partecipino anche 2 Paesi invitati che non fanno parte del Sud America. Nel 2019 toccò a Qatar e Giappone.

Chiude il novero di squadre su cui è possibile piazzare scommesse sulla Coppa America la Bolivia, vincitrice nel 1963, il cui successo è quotato 150.00.     

Il conto alla rovescia è ufficialmente iniziato: su Lottomatica.it puoi approfondire le quote vincente Coppa America 2021 di Better e scegliere tra le tante scommesse per giocare sul meglio del calcio sudamericano.