Vincente Girone C Europei: scommesse passaggio gruppo C

Si scrive UAO, si legge “wow”. Il Gruppo C di Euro 2021 mette di fronte Ucraina, Austria e Olanda e si preannuncia decisamente intrigante.

Da un lato c’è, infatti, un’Olanda data tra le favorite per la conquista non solo del girone, ma anche del torneo; dall’altro incalzano Austria e Ucraina, pronte a dare battaglia, soprattutto gli uomini di Shevchenko, che si candidano a sorpresa degli Europei.

Nel girone, che verrà completato dalla vincente del percorso D tra Georgia/Bielorussia e Macedonia/Kosovo, le partite si divideranno tra Bucarest e Amsterdam, con l'Olanda che giocherà tutte le partite in casa, alla Johan Cruijff ArenA di Amsterdam.

Girone Gruppo C Europei: i precedenti

La sfida che è andata in scena più volte tra le protagoniste del Gruppo C di Euro 2021 è Olanda-Austria, giocata complessivamente finora 19 volte: 9 vittorie degli Orange, 6 successi degli austriaci e 4 pareggi.

Olanda e Ucraina si sono, invece, affrontate 2 sole volte nella loro storia (1 vittoria Orange e 1 pareggio), come pure Ucraina e Austria, con bilancio perfettamente in parità: 1 vittoria e 4 gol fatti per parte.

Scommesse Girone C Euro 2021

Statistiche e quote passaggio girone Austria

Un passaggio da 1° del girone da parte dell’Austria è dato a 5.50, anche se l’obiettivo della selezione del ct Foda è riuscire a passare il turno, approfittando anche del regolamento che prevede il passaggio agli ottavi anche delle migliori 3°.

Per riuscirci, l’ex Inter Arnautovic e compagni (tra cui Laimer, versatile talento del Lipsia, prototipo del moderno centrocampista completo) dovranno sfatare un tabù lungo ormai 30 anni: è, infatti, dal Mondiale italiano del 1990 che l’Austria non vince una partita in una grande competizione internazionale.

Lo ha fatto, di contro, 6 volte nelle qualificazioni a Euro 2021 (a referto anche 1 pareggio e 3 sconfitte), chiudendo 2° nel Gruppo I alle spalle della Polonia e approdando così per la 3° volta all’Europeo.

Nelle 2 precedenti apparizioni al torneo continentale (nell’edizione casalinga del 2008 e nel 2012) la selezione austriaca non riuscì a superare il 1° turno. Sarà la volta buona?

Statistiche e quote passaggio girone Olanda

È, come detto, l’Olanda la grande favorita per la vittoria del Gruppo C: una vittoria degli Orange, trionfatori nel 1988, è quotata 1.55.

Dopo un periodo buio, di cui il mancato approdo ai Mondiali 2018 ed Euro 2016 rappresentano il picco più profondo, l’arancione, sotto la guida Koeman (in campo in quel magico ’88), è tornato a brillare. D’altronde, dalle parti di Amsterdam si sa come trattare il pallone: basti pensare che all’Europeo l’Olanda ha ottenuto finora 5 piazzamenti nei primi 4 posti (1976, 1988, 1992, 2000, 2004). Il calcio europeo ritrova, insomma, una delle sue regine.

Dopo la medaglia d’argento in Nations League, gli Orange si sono comportati alla grande anche nelle qualificazioni a Euro 2021, chiudendo al 2° posto il Gruppo C a -2 dalla Germania capolista: per l’Olanda 6 vittorie, 1 pareggio e 1 sconfitta.

Il talento abbonda nella giovane rappresentativa dei Paesi Bassi: da van Dijk a de Jong, dallo juventino de Ligt all’interista de Vrij, passando per i vari van de Beek, Depay e Kluivert. Sono davvero tanti i nomi su cui la rinata nazionale arancione può puntare per tornare sul tetto d’Europa.

Statistiche e quote passaggio girone Ucraina

Occhio all’Ucraina: la nazionale guidata dall’ex stella del Milan e della stessa selezione Shevchenko è indicata dai bookmaker come la principale avversaria dell’Olanda per la vittoria del Gruppo C, quotata a 5.00.

I presupposti, d’altronde, sono ottimi: l’Ucraina è stata tra le prime nazionali ad approdare a Euro 2021, vincendo a sorpresa il Gruppo B di qualificazione davanti al Portogallo di un certo Cristiano Ronaldo e relegando al 3° posto la Serbia. Si tratta della 1° qualificazione diretta alla fase finale di un Europeo: nel 2012 era co-organizzatore, mentre nel 2016 vi arrivò vincendo lo spareggio contro la Slovenia.

Non solo: l’Ucraina è rimasta imbattuta nelle qualificazioni (6 vittorie e 2 pareggi), con 17 gol fatti e appena 4 subiti. Una squadra, dunque, da non sottovalutare…    

Per la nazionale ucraina, che ha esordito ufficialmente nel 1992, si tratta della 3° partecipazione consecutiva a una fase finale dell’Europeo: nel 2012 e nel 2016 non riuscì a superare i gironi.

Ci proverà stavolta, puntando sul bomber del West Ham Andriy Yarmolenko, miglior marcatore dell’Ucraina con 36 gol (solo il ct Shevchenko, con 48, ne ha segnati di più nella classifica all time). Attenzione, però, anche al baby Tsygankov della Dinamo Kiev, talento cristallino pronto a esplodere: 2021 potrebbe essere il palcoscenico perfetto.