Vincente Girone della Croazia Europei: scommesse passaggio gruppo D

Corsi e ricorsi storici. Mettete nello stesso girone la nazionale che i bookmaker danno favorita per la conquista del torneo, la squadra che l’ha eliminata in semifinale agli ultimi Mondiali per poi chiudere vicecampione e una formazione che da 7 edizioni consecutive si presenta puntuale alla fase finale degli Europei: ecco a voi il Gruppo D di Euro 2021, dove Inghilterra, Croazia e Repubblica Ceca sono pronte a darsi battaglia.

A loro si aggiungerà una tra Norvegia, Scozia, Serbia e Israele, in arrivo dagli spareggi.

Girone D: le precedenti della Croazia con le avversarie

Questi i precedenti della Croazia con le avversarie:

Inghilterra - Croazia   
Vittorie 3, Pareggi 2, Sconfitte 5. Gol fatti 13, gol subiti 21
Croazia - Repubblica Ceca    
Vittorie 1, Pareggi 2, Sconfitte 0. Gol fatti 7, gol subiti 5

La Croazia è, dunque, imbattuta con la Repubblica Ceca, mentre è in svantaggio negli scontri diretti con l’Inghilterra. La partita che si è disputata più volte finora tra le protagoniste del Gruppo D di Euro 2021 è Repubblica Ceca-Inghilterra, andata in scena 18 volte: il bilancio parla di 11 vittorie inglesi, 3 successi cechi e 4 pareggi. Le ultime 2 sfide si sono svolte nelle qualificazioni a Euro 2020: 5-0 inglese a Wembley; vittoria ceca 2-1 in rimonta a Praga.

Scommesse Girone Croazia Euro 2021

Statistiche e quote passaggio girone Croazia

Una vittoria del girone da parte della Croazia è data a 4.00: Modrić e compagni sono, dunque, indicati come primi inseguitori della favorita Inghilterra (1.45).

Tra le nazionali sorte dopo lo scioglimento della Jugoslavia, d’altronde, la Croazia è quella con i migliori risultati sportivi: vanta 2 semifinali e 1 finale mondiale (1998-2018), mentre a livello continentale, si è issata fino ai quarti di finale nell’edizione del 1996 e in quella del 2008.

Dalla data del suo debutto internazionale (1992) la nazionale degli “Scaccati” non ha preso parte alla fase finale solo di Euro 2000 e dei Mondiali del 2010. È la 6° partecipazione della Croazia alla fase finale di un Europeo: la selezione del ct Dalić vi arriva dopo aver vinto il Gruppo E davanti al Galles, grazie a 5 vittorie, 2 pareggi e 1 sola sconfitta.

All’ultima edizione degli Europei, nel 2016, l’avventura si fermò agli ottavi di finale, con i croati eliminati ai supplementari dal Portogallo.

Tanti nomi noti nella formazione croata: dagli interisti Perisić e Brozović al milanista Rebić, da Rakitić a Kovačić. Sulla carta c’è tutto per riconfermarsi al vertice: sarà il campo a giudicare.

Statistiche e quote passaggio girone Repubblica Ceca

Paga 12.00 volte la posta una vittoria del girone da parte della Repubblica Ceca.          

Attenzione, però, a sottovalutare la nazionale ceca. La squadra guidata dal ct Jaroslav Šilhavý, detentore del record di presenze nel massimo campionato ceco (465), è un habitué del torneo: ha, infatti, sempre partecipato agli Europei da nazione indipendente, raggiungendo con Euro 2021 7 fasi finali consecutive.

Il bilancio parla di 3 eliminazioni al 1° turno (l’ultima nel 2016, quando chiuse all’ultimo posto il girone in cui militava anche la Croazia), quarti di finale nel 2012, semifinali nel 2004 e finale nel 1996, quando Nedved e compagni, proprio allo stadio di Wembley a Londra, furono sconfitti 2-1 dalla Germania, con Golden gol decisivo di Bierhoff ai supplementari.

A Euro 2021 la Repubblica Ceca arriva da 2° del Gruppo A di qualificazioni, dove ha chiuso alle spalle dell’Inghilterra, che si ritroverà di fronte anche nella fase finale: per i cechi 5 vittorie e 3 sconfitte (nessun pareggio), con 13 gol fatti e 11 subiti.

Non certo impenetrabile in difesa, ma quella di Šilhavý è una squadra da prendere con le pinze, anche perché in rosa può contare su giocatori di talento come l’ex Samp e Roma Schick e i motori del centrocampo Darida e Souček.

Statistiche e quote passaggio girone Inghilterra

Grande favorita per la vittoria del Gruppo D di Euro 2021 è l’Inghilterra, quotata a 1.45. La nazionale dei Tre Leoni è in pole position anche per la conquista della coppa Henri Delaunay, l’ambito premio che si contenderanno le 24 squadre partecipanti: un successo degli uomini di Southgate è dato a 5.50.

L’Inghilterra spera di imitare Spagna (1964), Italia (1968) e Francia (2000), che hanno vinto l’Europeo davanti al loro pubblico: la finale di Euro 2020 si giocherà, infatti, il 12 luglio, a Wembley. Da non emulare Portogallo (2004) e Francia (2016), sconfitte in finale tra le mura amiche.

Sotto la guida di Southgate (colui che nell’Europeo casalingo del 1996 sbagliò il rigore decisivo che mandò in finale la Germania), l’Inghilterra è cresciuta molto in termini di costanza di risultati e capacità di gestione delle partite, come dimostrano gli ultimi eccellenti risultati (4° ai Mondiali 2018, 3° in Nations League).    

È la 10° partecipazione dell’Inghilterra alla fase finale degli Europei: finora i punti più alti restano la già citata semifinale del 1996 e il 3° posto del 1968; per il resto in archivio ci sono 4 eliminazioni al primo turno, 2 quarti di finale (2000 e 2012) e 1 volta agli ottavi di finale, nel 2016, quando la selezione allora guidata dall’ex Inter Hodgson fu eliminata 2-1 dalla sorprendente Islanda.

A Euro 2021 l’Inghilterra arriva dopo aver vinto il Gruppo A di qualificazione: 21 punti per gli uomini di Southgate, frutto di 7 vittorie e 1 sola sconfitta (l’1-2 proprio contro la Repubblica Ceca), con ben 37 gol fatti e 6 reti subite.

La nazionale di Sua Maestà punta forte di Harry Kane: la punta del Tottenham, con 12 reti, è stato il miglior marcatore delle qualificazioni e punta a eguagliare Alan Sherer, capocannoniere di Euro 1996.