Lazio vs Napoli: quote, risultati e statistiche

Volendo comporre un volume illustrato del nostro calcio, tra le istantanee da inserire vi sarebbe, senza dubbio, quella in bianco e nero della maglia strappata di Giorgio Chinaglia: era il 1974, era Napoli-Lazio.

Un’immagine perfetta per sintetizzare quel che la sfida tra Lazio e Napoli è stata nella storia: un mix di livori, scontri, torti macroscopici e presunti sospetti, ma anche grandi campioni, gol spettacolari e sfide mozzafiato.

Quando maglie azzurre e casacche celesti s’incontrano sul medesimo campo, può succedere davvero di tutto: la rivalità tra le 2 tifoserie, poi, è accesissima. Insomma, Lazio-Napoli non è una partita come le altre.

Napoli e Lazio: le origini

La Lazio nasce nel 1900 su iniziativa di 9 giovani legati da una passione comune per lo sport. Hanno bisogno di una società per iscriversi a una corsa podistica: ne creano una ed è la Società Sportiva Lazio. Il simbolo è l’aquila, emblema delle legioni romane; il colore il biancoceleste, omaggio alla Grecia, patria delle Olimpiadi moderne. A distanza di 120 anni, la Lazio è una realtà del calcio italiano e internazionale e la polisportiva Lazio, con le sue 45 sezioni, è la più grande e decorata d'Europa, Stella d’Oro al merito sportivo.    

Il Napoli, nella forma attuale, nasce, invece, nel 1926, ma, di fatto, è coevo della Lazio: a inizio ‘900 William Poths, impiegato inglese della compagnia marittima commerciale Cunard Line, viene trasferito a Napoli e, tra le varie cose, porta con sé la grande passione per il football. Anche a lui si deve, tra il 1904 e 1905, la nascita del Naples Football Club: i colori sociali sono il blu mare e il celeste. Nel 1921 arriva la fusione con l’Internazionale per dare vita all’Internaples, da cui, in seguito, prenderà forma il Napoli. La prima striscia in Serie A dura ininterrottamente dal 1926 al 1941.

Partite Napoli-Lazio: gli incontri più significativi

  • Lazio-Napoli 0-2, 19 gennaio 1930

È la 1° edizione della Serie A a girone unico a tenere a battesimo la sfida tra Lazio e Napoli: in uno Stadio della Rondinella gremito in ogni ordine di posto sono gli azzurri a imporsi 2-0 grazie alle reti di Mihalich e Sallustro segnate nei primi 10 minuti di gioco.

  • Napoli-Lazio 3-5, 3 gennaio 1937

Allo Stadio Partenopeo va in scena uno degli incroci più vivaci e ricchi di gol tra Lazio e Napoli: protagonista indiscusso del match è il laziale Umberto “Berto” Busani, autore di 4 gol. Curiosamente, il bomber parmense passa, poi, proprio al Napoli, dove gioca dal 1940 al 1948.

  • Lazio-Napoli 0-0, 4 marzo 1962

Big match di Serie B tra 2 formazioni che sognano la Serie A. Al 76° l'episodio chiave: Seghedoni su punizione trafigge il portiere campano Pontel. L'arbitro Rigato dà il gol, ma il guardalinee segnala rimessa dal fondo, avendo visto il pallone terminare la corsa tra le braccia di un raccattapalle dietro la porta. Il fischietto asseconda il suo assistente e nega il gol, nonostante un buco nella rete. Il pareggio costa la promozione alla Lazio, agguantata, invece, dal Napoli.

  • Napoli-Lazio 1-0, 20 maggio 1973

Finale di campionato thrilling. Si arriva all’ultima giornata con il Milan 1° a 44 punti, inseguito da Juventus e Lazio a 43. I biancocelesti, neopromossi dalla Serie B e vera rivelazione del campionato, sbarcano a Napoli dopo la bagarre dell’andata (botte e scontri tra giocatori). Alla fine, Lazio e Milan sconfitte, Juve vittoriosa con la Roma e scudetto ai bianconeri: tra la fatal Verona e sospetti (mai dimostrati) di presunti premi promessi al Napoli dalla Juventus, una domenica destinata a rimanere nella storia.

  • Napoli-Lazio 3-3, 7 aprile 1974

Un anno dopo, Napoli e Lazio si affrontano nello spareggio scudetto: biancocelesti 1°, Napoli dietro di 5. punti. Finisce con un pareggio spettacolare, con continui botta e risposta tra le 2 formazioni. Per il Napoli tripletta di Chinaglia: acquistato nel 1967 a 20 anni dall’Internaples, la 2° squadra di Napoli, nel ’69 passa alla Lazio, con la cui maglia rifilerà ben 7 gol in 12 sfide ai partenopei; 4 solo in quel memorabile 1974 che valse alla Lazio il 1° storico scudetto e a Long John il titolo di capocannoniere.

  • Lazio-Napoli 1-0, 11 gennaio 2020

La Lazio festeggia i 120 anni di storia con un altro record: la squadra di Inzaghi batte il Napoli e conquista la 10° vittoria consecutiva, 1 in più della Lazio di Eriksson del 1999/2000. A decidere la gara è Immobile, bravo ad approfittare all'82' di un pasticcio del portiere napoletano Ospina.

Statistiche Lazio-Napoli

Degli oltre 120 confronti finora in Serie A tra Lazio e Napoli, i biancocelesti sono in vantaggio sia nel conteggio totale delle gare, sia considerando solo le sfide giocate all’Olimpico, anche se spesso i match sono finiti in pareggio.

Vincendo nel gennaio 2020, la Lazio ha sfatato un piccolo tabù: prima di allora, i biancocelesti avevano, infatti, perso le ultime 5 partite di Serie A e le ultime 6 in casa contro il Napoli; in entrambi i casi si trattava della striscia di sconfitte più lunga nella storia dei biancocelesti contro una singola avversaria nel massimo campionato.

Statistiche Lazio

  • 16 i trofei nel palmarès della Lazio: spiccano 2 scudetti (1973/1974 e 1999/2000), 7 Coppa Italia e 5 Supercoppa italiana
  • Con 77 presenze in Serie A, la Lazio insegue Inter (88), Juventus e Roma (87), Milan (86) e Fiorentina (85)
  • Per 11 volte i biancocelesti sono stati in Serie B: l’ultima nel 1987/1988
  • La Lazio ha chiuso 3 volte al 2° posto e ben 7 al 3°

Statistiche Napoli

  • 12 i trofei nel palmarès del Napoli, tra cui 2 scudetti (1986/1987 e 1989/1990)
  • Il Napoli 1989/1990, con Bologna e Juventus, vanta il record di punti (33 su 34) ottenuti nelle gare interne in un campionato a 18 squadre con 2 punti per vittoria (16 vittorie e 1 pareggio)
  • Il Napoli detiene il record di partite consecutive vinte in Coppa Italia (20) ed è l’unica squadra ad aver vinto finora la Coppa Italia militando in Serie B (1961/1962)
  • Recordman di presenza è Hamšík (520), che detiene anche il record di gol segnati (121)

Quote Lazio-Napoli

Anche oggi, come è sempre stato nella storia, Lazio-Napoli è la classica partita da tripla: una sfida che, con piccole sfumature a seconda delle stagioni, vale un posto nell’Europa che conta, come testimoniato dalle ultime annate, in cui sia biancocelesti che azzurri sono stati assoluti protagonisti in questo senso. 

Su Lottomatica.it trovate tutte le statistiche e l'ultimo risultato di Lazio-Napoli, con le quote del prossimo incontro e tutti i dettagli con le elaborazioni degli esperti di Better per approfondire e prepararsi al meglio a una tra le sfide più accattivanti del nostro calcio.