Napoli vs Milan: quote, risultati e statistiche

Domenica 12 Luglio 2020 ore 21.45 andrà in scena, allo stadio San Paolo di Napoli, il big match della 32° Giornata di Serie A tra Napoli e Milan.
Si preannuncia una partita spettacolare: la squadra di Gattuso è forte della vittoria in trasferta contro il Genoa mentre il Milan viene da due vittorie consecutive inflitte alla Lazio e alla Juventus con una grande rimonta finale dallo 0-2 al 4-2.

Quote Napoli - Milan del 12/07/2020 – 32° Giornata di Serie A

Le quote 1x2 per la partita di Serie A Napoli Milan del 12/07/2020 risultano a favore dei partenopei: il segno 1 è quotato a 2,10, il segno X a 3,50 mentre il segno 2 a 3,55. Per la tipologia di scommessa Under/Over risulta favorito il segno Over a 1,25.

Scopriamo inoltre le scommesse più popolari e le rispettive quote per Napoli-Milan:

TIPOLOGIE DI SCOMMESSA QUOTE

Esito Finale 1X2

1 = 2.10

X = 3.50

2 = 3.55

Under/Over

Under 1.5 = 3.75

Over 1.5 = 1.20

 

 

Under 2.5 = 1.95

Over 2.5 = 1.77

 

 

Under 3.5 = 1.35

Over 3.5 = 2.90

 

Goal/ No Goal

Goal = 1.65

No Goal = 2.10

 

 

Goal + Under = 6.25

No Goal + Under = 2.55

 

 

Goal + Over = 2.05

No Goal + Over = 8.50

 

Doppia Chance

1X = 1.28

X2 = 1.70

12 = 1.27


Milan-Napoli: le origini

Il Milan è nato nel 1899: a fondarlo un inglese, Herbert Kilpin, perito tessile sbarcato in Italia, prima a Torino e poi a Milano, per impiantare telai meccanici. Appassionato di sport, in particolare di football, all’ombra della Madonnina egli fonda una nuova società, il Milan, di cui diventa anche capitano e allenatore. La sede viene stabilita alla Fiaschetteria Toscana in via Berchet: da qui parte la gloriosa storia dei rossoneri, che hanno scritto pagine memorabili di storia calcistica, fino a diventare, dal dicembre 2007 al febbraio 2014, il club più titolato al mondo.

Anche nella nascita del Napoli ci ha messo lo zampino un inglese: William Poths, impiegato della compagnia marittima commerciale Cunard Line. Poths era stato trasferito a Napoli nel 1903 e con sé aveva portato molte delle sue abitudini inglesi, tra cui la grande passione straordinaria per il neonato football. Tra il 1904 e 1905, anche grazie a Poths, nasce il Naples Football Club, la prima, vera, rappresentativa calcistica di Napoli: i colori sociali sono strisce blu mare e celeste. Nel 1921, poi, la fusione con l'Internazionale per dare vita all’Internaples, da cui nascerà nel 1926 l'Associazione Calcio Napoli.

Partite Milan-Napoli: gli incontri più significativi

  • Milan-Napoli 3-5, 7 ottobre 1956        
    Napoli corsaro a Milano, trascinato dalle doppiette di Vinicio e Pesaola: a fine 1° tempo è già 0-5. Nella ripresa il Milan prova a reagire: al 61° Schiaffino segna il gol della bandiera su calcio di rigore; poi, nel finale, ancora l’uruguaiano e Galli fissano il risultato sul 3-5. Lezione memorizzata dai rossoneri, che a fine stagione vincono lo scudetto.
  • Milan-Napoli (sospesa), 25 novembre 1979

Cronaca di un risultato che non c’è: Milan-Napoli viene, infatti, sospesa all’inizio della ripresa dall’arbitro Bergamo per nebbia. Il Milan era campione d’Italia e non poteva immaginare che a fine anno sarebbe retrocesso per la prima volta nella sua storia per illecito sportivo. La partita, oltre che per la contestatissima sospensione, è passata alla storia anche perché la 1° in Italia in cui sulle maglie dei calciatori del Milan comparvero i nomi dei giocatori sopra al numero. 

  • Napoli-Milan 0-2 (a tavolino), 20 dicembre 1970

Ultima partita prima della pausa natalizia: il Milan vince sul campo 1-0, ma un lancio di petardi fa derubricare la gara come un 2-0 a tavolino a favore dei rossoneri. In campo, con la maglia del Napoli, 3 tre grandi ex rossoneri: Altafini, Sormani e Hamrin.  

  • Milan-Napoli 4-1, 3 gennaio 1988

Il grande Milan di Sacchi inizia, forse, proprio da qui: dal poker rifilato al Napoli scudettato di Maradona e Careca, presentatosi a San Siro da capolista, con 21 punti raccolti sui 24 disponibili. I rossoneri terminano il rodaggio e stordiscono i partenopei con Colombo, Virdis, Gullit e Donadoni. A fine anno sarà scudetto.

  • Napoli-Milan 1-5, 8 novembre 1992    
    Rossoneri dominatori al San Paolo grazie alla quaterna (la 1° in quel magico mese di novembre) di Van Basten: pochi giorni dopo il Cigno di Utrecht vince il suo 3° Pallone d’oro. Sembra un’altra stagione magica, ma poi arriva l’operazione alla caviglia e il resto è, purtroppo, storia nota.
  • Milan-Napoli 1-2, 22 settembre 2013  
    Dopo 27 anni, il Napoli torna a vincere in casa del Milan: la squadra di Benitez sbanca San Siro grazie alle reti di Higuaín e Britos e alle parate di un super Reina, capace, tra l’altro, di neutralizzare il rigore di Balotelli, autore del gol dei rossoneri.

Statistiche Napoli-Milan

Statistiche Milan

  • 51 i trofei nella bacheca rossonera: 18 scudetti, 7 Champions League, 7 Supercoppa di lega, 5 Coppa Italia, 5 Supercoppa europea, 3 Coppa intercontinentale, 1 Mondiale per club. Per i rossoneri anche 2 campionati di Serie B vinti, 1 Mitropa Cup e 3 Medaglie del Re
  • L’ultimo trofeo vinto è la Supercoppa italiana vinta nel 2016 a Doha proprio contro la Juventus
  • Con 7 coppe vinte il Milan è 2° alle spalle del Real Madrid (13) nella classifica dei club più vincenti in Champions League
  • Il Milan è la squadra che è arrivata più volte 3° in campionato, ben 16
  • Tra i record della squadra rossonera spicca quello d’imbattibilità in Serie A: 58 incontri senza sconfitte tra il maggio 1991 e il marzo 1993 

Statistiche Napoli

  • 12 i trofei nel palmarès del Napoli, tra cui 2 scudetti (1986/1987 e 1989/1990)
  • Il Napoli 1989/1990, con Bologna (1931/1932) e Juventus (1932/1933), vanta il record di punti (33 su 34) ottenuti nelle gare interne in un campionato a 18 squadre con 2 punti per vittoria (16 vittorie ed 1 pareggio in 17 partite)
  • Il Napoli detiene il record di partite consecutive vinte in Coppa Italia: 20
  • Il Napoli è l'unica squadra che ha vinto la Coppa Italia militando in Serie B (1961-1962)
  • 7 anni d’imbattibilità nella Milano rossonera per il Napoli con Vinicio allenatore tra il 1973 e il 1980