Quote MotoGP

¡Bienvenidos a todos! Il Mondiale 2020 di MotoGP è finalmente pronto a partire, dopo il lungo stop dovuto all’emergenza coronavirus. E proprio la Spagna, uno dei paesi più colpiti dalla pandemia, sarà la culla della ripartenza.

Dorna ha, infatti, rivisto il calendario 2020, con 12 gare in totale, 7 delle quali si svolgeranno in terra iberica. Semaforo verde il 19 luglio (2 settimane dopo la Formula 1) a Jerez de la Frontera, più di 4 mesi dopo l'inaugurazione iniziale che si sarebbe dovuta tenere l'8 marzo in Qatar.           

Per arricchire il calendario, in alcuni circuiti ci saranno 2 gare a distanza di una settimana, sul modello della Superbike: a Jerez, per esempio, si replicherà il 26 luglio. Poi la carovana del Motomondiale si sposterà a Brno, Repubblica Ceca, e sul Red Bull Ring austriaco (anche qui doppio Gran Premio), prima di fare tappa singola al Montmeló per il Gran Premio di Catalogna. Per l’Italia doppio appuntamento a Misano a settembre.

Scommesse motomondiale 2020

Prima di concentrarci sulle quote MotoGP, diamo un’occhiata alle principali scommesse sul Motomondiale 2020.

Per chi vuole concentrarsi sull’annata, più che sulla singola gara, ci sono le scommesse Antepost: si può scegliere, per esempio, tra VINCENTE ANTEPOST, TESTA A TESTA ANTEPOST e TEAM VINCENTE ANTEPOST.

In alternativa, si può piazzare la propria giocata sulla singola gara, scegliendo da un robusta offerta che comprende, tra le altre, VINCENTE GARA X, TESTA A TESTA GARA X, PIAZZATO SUL PODIO SI/NO GARA X e NAZIONALITÀ VINCENTE GARA X.      

Siete in cerca di alternative sfiziose per scommettere sul Motomondiale? Potreste optare per una di queste proposte:

  • LEADER AL TERMINE 1°GIRO  
    La scommessa consiste nel pronosticare quale pilota taglierà il traguardo in 1° posizione al termine del 1° giro di gara;
               
  • MARGINE VITTORIA  
    Bisogna indovinare il margine di tempo, espresso in millesimi di secondo, che si registrerà tra il vincitore e il 2° classificato al termine della gara oggetto di scommessa;           
  • PODIO IN ORDINE     
    Quale sarà l’ordine esatto delle prime 3 posizioni della gara oggetto di scommessa, scegliendo tra gli esiti proposti nella lista? Ai posteri… pardon, agli scommettitori l’ardua sentenza.        

Quotazioni scommesse MotoGP

È il momento ora di analizzare le quote della MotoGP e scoprire chi sono i favoriti nel borsino della vigilia.     

In pole position parte ancora una volta lui: Marc Marquez. Inevitabile, d’altronde, per un pilota che è già nella storia del motociclismo: 8 titoli mondiali in bacheca (6 nella classe regina) a 26 anni e 231 giorni; il più giovane di sempre a centrare questi traguardi, battendo 2 mostri sacri come Mike Hailwood e Giacomo Agostini.        

Il numero 93è uno dei 3 piloti, con Agostini e Valentino Rossi, ad aver vinto 6 o più titoli mondiali in top class e il suo nome va ad aggiungersi a quelli di Ubbiali, Hailwood e Rossi (9), Angel Nieto (13) e Agostini (15) nella classifica dei piloti con almeno 8 titoli tra tutte le cilindrate.              

Velocità, guida al limite, ma anche tanta costanza e un approccio alle gare più maturo: Marquez, che ha vinto 6 degli ultimi 7 mondiali di MotoGP, è reduce da un 2019 stellare, con 12 vittorie (e 6 secondi posti), 19 podi, 8 pole position e nuovo record di punti (420). Insomma, sarà ancora una volta el Cabroncito l’uomo da battere.     

Quote MotoGP Bette

Le quote MotoGP dicono che Marquez se la dovrà vedere, in primis, con un arrembante Fabio Quartararo: un po’ perché le Yamaha nei primi test invernali in Malesia avevano dimostrato di essere veloci e solide; un po’ perché el Diablo ci ha messo del suo, costantemente tra i primi. Difficile dire se il transalpino del team Petronas Yamaha Srt sarà l’anti Marquez già da questa stagione: sicuramente il numero 20, assieme a Viñales e Rins, è stato una delle sorprese del 2019 e punta a migliorare ulteriormente, proseguendo nella scalata alla vetta della classe regina, prima dell’upgrade a ufficiale.   

Sarà, infatti, lui a prendere il posto di Valentino Rossi sulla Yamaha ufficiale nel 2021: per il 9 volte campione del mondo sarà, dunque, l’ultima avventura con la Yamaha del team factory. Una decisione condivisa tra team e pilota, che potrebbe essere la molla in più per il Dottore per congedarsi alla grande, centrando l’ambito 10° alloro a 41 anni. Il classico lieto fine di una favola bellissima. Le incognite, però, non mancano, e i dati dicono che VR46 non vince una gara dal giugno 2017, ad Assen. Dopo il successo in Olanda, Rossi ha conquistato in tutto 9 podi, 2 nel 2019 (Usa e Argentina).

Prima del Dottore, nelle quote MotoGP, parte per i bookmaker Andrea Dovizioso: dopo 3 secondi posti consecutivi, il Dovi punta a riportare la Ducati in vetta. La Rossa di Borgo Panigale ha vinto 3 volte l’anno scorso, 1 con Danilo Petrucci, 2 con Dovizioso, unici successi, peraltro, non spagnoli (12 di Marquez e 2 a testa di Rins e Viñales). Si preannuncia una stagione importante e di svolta in casa Ducati: o arriva lo step decisivo per issarsi al vertice oppure sarà verosimilmente rivoluzione.

Quote MotoGP Jerez 

Difficile trovare un gran premio in cui non sia Marc Marquez il favorito d’obbligo: a maggior ragione in quella che è la gara di casa per il numero 93, che qui ha vinto nelle ultime 2 stagioni. Per la Honda sono 6 successi in 8 stagioni. Marquez dovrà vedersela con il connazionale Viñales della Yamaha, l’anno scorso 3° a completare un podio tutto spagnolo, con Rins della Suzuki 2°. Poi, curiosamente, 4 italiani uno dietro l’altro: Dovizioso, Petrucci, Rossi e Morbidelli. Nelle quote MotoGP su Jerez vanno tenuti nella giusta considerazione, insomma, anche i nostri portacolori…   

Gas a martello e su il piedino: ci siamo. Riparte il Motomondiale e, nonostante il format inedito, le emozioni, come al solito, non mancheranno. Non resta che salire in sella e consultare su le quote Better sulla MotoGP, scegliendo tra le varie tipologie di scommesse a disposizione per piazzare la propria giocata.