Quote Sanremo 2021

Paganini non ripete, Amadeus sì. Non si parla, però, di classica, ma di musica leggera. Si avvicina l'edizione 2021 del Festival di Sanremo e al timone anche quest'anno, nelle vesti di conduttore e direttore artistico, ci sarà il popolare presentatore.

Per lui la sfida è tenere alti gli ascolti dopo il boom dell'anno scorso: oltre il 60% di share per la finalissima, (miglior risultato dal 2002) e una media del 54,78% di share (top dal 1999).

Amadeus è il 10° presentatore a fare il bis di conduzione in almeno 2 edizioni consecutive: prima di lui, a più riprese, Pippo Baudo e Mike Bongiorno, ma anche Claudio Baglioni (2018-2019), Carlo Conti (2015-2016-2017), Fabio Fazio (1999-2000 e 2013-2014), Gianni Morandi (2011-2012) e, più indietro nel tempo, Claudio Cecchetto (1980-1981-1982), Nuccio Costa (1969-1970) e Nunzio Filogamo (dal 1951 al 1954).

Al fianco di Amadeus ci sarà ancora il sodale Fiorello. Pur non avendo mai presentato in solitaria, l'eclettico showman siciliano è al suo 6° Festival: nel 1995 fu in gara come cantante; nel 2001, 2002 e 2018 ha partecipato come ospite, mentre l'anno scorso è stato, di fatto, co-conduttore.

Quella del 2021 sarà l'edizione numero 71 del Festival della canzone italiana. La rassegna si terrà dal 2 al 6 marzo. È dal 2007 che Sanremo non è così “avanti” nel calendario: negli ultimi anni si era assistito a un progressivo anticipo dell'evento alla prima metà di febbraio. In questo articolo approfondiamo le scommesse sulla kermesse canora e le quote Sanremo 2021.

Quote canzone vincente Sanremo 2021

È il grande interrogativo di sempre: chi vincerà il Festival? Come avviene per ogni edizione, dal momento in cui si ufficializza la rosa dei cantanti in gara, si scatena il toto-vincitore.

Oggi Sanremo attira l'attenzione soprattutto sul fronte dei cantanti, tra Campioni e Nuove Proposte. Ma il Festival non nasce per dare visibilità agli artisti, quanto ai brani. Basti pensare che nella 1° edizione in gara c'erano 20 canzoni e appena 3 interpreti, ovvero Achille Togliani, le gemelle Fasano e Nilla Pizzi.

In attesa di conoscere le quote della canzone vincente di Sanremo 2021, vediamo come è andata finora. Nelle 70 edizioni fin qui andate in scena, 37 volte hanno vinto uomini, mentre sono 18 i successi femminili. Nell'albo d'oro anche 10 vittorie di gruppi e 5 duetti.

La cantante più giovane a vincere il Festival di Sanremo è stata Gigliola Cinquetti: 17 anni nel 1964. Il vincitore più âgé, invece, è stato Roberto Vecchioni, trionfatore nel 2011 a 68 anni. La partecipante più giovane in assoluto è stata Alina, 12 anni nel 2003.

Scommesse Sanremo 2021

Nelle scommesse su Sanremo 2021 valgono certamente intuito e conoscenze musicali, ma è bene anche vedere cosa è successo in passato.

Sapevi che il Festival tende, per esempio, storicamente a premiare il vincitore morale dell'edizione precedente, se questi è in gara l'anno successivo? È capitato, tra gli altri, ad Alexia (2002-2003), Matia Bazar (2001-2002) e, più indietro, a Bobby Solo (1964-1965). Attenzione, dunque, a leggere non solo i nomi dei partecipanti della prossima edizione, ma anche di quelli della precedente.

Sul palco dell'Ariston, poi, il fattore sorpresa è sempre dietro l'angolo (vedasi, tra le altre, alle voci Jalisse nel 1997 e Valerio Scanu nel 2010) e non sempre la canzone più bella viene premiata, anche se negli ultimi anni le cose sembrano essere un po' cambiate.

L'anno scorso i grandi favoriti della vigilia, Anastasio e Achille Lauro, non andarono oltre il 13° e 8° posto e a vincere fu Diodato. Nel 2019 partiva coi favori del pronostico Ultimo, che, in effetti, fu uno dei protagonisti assoluti di quell'edizione, superato sul filo di lana solo da Mahmood. Stesso discorso per la coppia formata da Ermal Meta e Fabrizio Moro nel 2018.

È consigliabile, dunque, per chi vuole piazzare scommesse sul Festival di Sanremo, non fermarsi solo alle quote più basse, ma andare a vedere anche chi parte un po' più indietro, a livello di previsioni dei bookmaker: il vincitore potrebbe celarsi lì. Le quote scommesse su Sanremo aiutano a “delimitare il perimetro”, fornendo una rosa di nomi di favoriti e possibili sorprese/outsider.

Scommesse Festival di Sanremo

Non c'è l'ampia scelta riservata alle competizioni sportive, come il tennis o il ciclismo, ma anche le scommesse sul Festival di Sanremo sono numerose. La classica giocata è scommettere sul nome del VINCENTE della kermesse, una volta annunciati i nomi dei partecipanti: è consigliabile, oltre ai parametri indicati più in alto, considerare anche il tipo di votazione. Se il peso è più “spostato” sul televoto, allora saranno da prendere in seria considerazione i cantanti passati dai talent, come Amici o X Factor, che spesso hanno avuto la meglio.

Tra le varie tipologie di scommesse sul Festival di Sanremo si può optare anche per l'UNDER/OVER legato allo share delle 5 serate della rassegna canora oppure sul dato complessivo. Il meccanismo è lo stesso dell'Under/Over del calcio: solo che, se per le quote Serie A si parla di somma di gol segnati, qui si fa riferimento al numero di telespettatori. Bisogna, nel dettaglio, pronosticare se lo share del Festival sarà sotto (Under) o sopra (Over) una determinata quota.

Da considerare che la 2° edizione presentata dallo stesso conduttore tende a essere inferiore, a livello di media ascolti, rispetto alla 1°. È accaduto spesso in passato: nel biennio di Baglioni 2018-2019, in quello Fazio (2013-2014) e in quello Morandi (2011-2012), ma anche nell'ultima doppia conduzione di Baudo (2007-2008). C'è, di contro, chi è cresciuto, come Conti (2016-2017). Molto fa il clima che si genera nell'immediata vigilia del Festival e nei primi “metri” della manifestazione. Tradotto: se la 1° serata va bene, è difficile che il Festival chiuda “in passivo”. Aspetti da valutare con attenzione, se si vuole scommettere su Sanremo.

Su Lottomatica.it trovi le quote Sanremo, le varie tipologie di scommesse sul Festival, le previsioni dei nostri esperti di Better e altri contenuti interessanti sull'evento televisivo per eccellenza e un pezzo di storia del nostro Paese.