Quote Internazionali Roma

Sarà, comunque, un’edizione storica: gli Internazionali d’Italia di tennis assaggiano per la 1° volta il dolce autunno romano.

Il più importante appuntamento italiano della racchetta è stato spostato a fine settembre dall’originale collocazione maggiolina a causa dell’emergenza coronavirus, che ha colpito (in ritardo) anche il mondo del tennis, con la positività giugno del numero 1 al mondo Djoković e di altri tennisti dopo l’Adria Tour, con relative polemiche e nuove incognite sulla ripartenza.

Noi ci proiettiamo avanti e analizziamo le quote degli Internazionali di Roma, scoprendo favoriti e favorite per la conquista dell’ambito torneo tricolore, per molti il principale appuntamento tennistico su terra rossa del circuito mondiale dopo il Roland Garros (vedi anche quote Roland Garros).

Scommesse Internazionali d'Italia

Dici terra rossa e la mente va subito a Rafa Nadal, The King of clay: il maiorchino a Roma ha vinto finora 9 volte e non può che essere lui il favorito d’obbligo per le scommesse sugli Internazionali d’Italia. L’anno scorso lo spagnolo si impose battendo in finale Djoković in 3 set. Il 1° successo risale al 2005. A referto anche 2 finali perse, nel 2011 e nel 2014, entrambe contro Djoković. Impossibile, insomma, non indicare in Nadal la testa di serie nelle quote vincente degli Internazionali di Roma.

Segue a ruota Novak Djoković, trionfatore al Foro Italico 4 volte (2008, 2011, 2014, 2015). L’anno scorso il serbo perse malamente la finale contro Nadal, incassando il primo bagel (0-6) contro il maiorchino, dopo le maratone in semifinale e ai quarti rispettivamente contro Schwartzman e Del Potro. Il vincitore degli Australian Open 2020, ultimo appuntamento prima del lungo stop per il Covid-19, vuole, però, riprendersi la scena al più presto, cancellando mesi di esternazioni di dubbio gusto e polemiche fuori dal campo. Il feeling con la terra rossa romana è eccellente: Nole è arrivato, infatti, in finale ben 9 volte, perdendo, però, 5 finali.

Out Federer per infortunio (lo svizzero rientrerà solo nel 2021), occhio a possibili incursioni nel monopolio dei Big 3, capaci di piazzare almeno uno del trio all’atto conclusivo di un torneo del Grande Slam addirittura 58 volte sulle ultime 60. Su tutti, Alexander Zverev, finalista 2018, da cui si aspetta il 1° acuto. Attenzione, tra gli altri, a Thiem, Tsitsipas e Medvedev.

Per l’Italia le speranze portano i nomi di Matteo Berrettini, Marco Cecchinato e Fabio Fognini, anche se quest’ultimo è reduce da un’operazione alle caviglie che difficilmente gli consentirà di essere al meglio. Roma non è “italiana” dal lontano 1976, quando Adriano Panatta sconfisse in finale l’argentino Vilas: nel biennio successivo 2 presenze con sconfitta in finale per Zugarelli (1977 contro Gerulaitis) e lo stesso Panatta (11978 contro Borg). Poi un lungo silenzio…

Quote Internazionali d’Italia - Vincente femminile

Passando al tabellone femminile, anche Roma non fa eccezione: nessuna dominatrice incontrastata, niente triarchie o quadrumvirati. Piuttosto un manipolo di campionesse a sgomitare per conquistare questo e quel torneo in giro per il mondo, guadagnando punti e posizioni nel ranking Wta.

Lontani, insomma, gli anni del dominio di Chris Evert, che detiene il record di vittorie (5) sulla terra rossa del Foro Italico, e di Conchita Martínez, con i suoi 4 successi di fila (record) tra il 1993 e il 1996.

Chi potrebbe avvicinarsi è Serena William: l’americana, in cerca dello Slam numero 24 in carriera, a Roma ha già vinto 4 volte (2002, 2013, 2014, 2016) e potrebbe diventare la 1° tennista ad aggiudicarsi il torneo in 3 decadi diverse. Boost motivazionale in più?

Le rivali sono sempre quelle (e tante): da Naomi Ōsaka a Simona Halep, 2 volte sconfitta in finale nel 2017 e 2018; dalla campionessa in carica Karolína Plíšková, vittoria l’anno scorso nell’inedita finale contro Johanna Konta, a Petra Kvitová, passando, tra le altre, per Muguruza e Svitolina, quest’ultima dominatrice qui nel 2017 e 2018 e sempre a suo agio al Foro Italico. Tra le possibili sorprese mettiamo Jelena Ostapenko, attesa a una riconferma dopo l’exploit al Roland Garros 2017. Sarà la volta buona?

Ci aspetta, dunque, un’edizione degli Internazionali d’Italia 2020 inedita nella collocazione, ma come di consueto carica di spunti degni di nota: su Lottomatica.it trovate tutte le quote Better e le informazioni utili per scommettere sul tennis mondiale e sul torneo di Roma.