07/04/2022

Atalanta-Lipsia è una finale anticipata per l’Europa League

Better News

Sono 900 all’incirca i chilometri che separano Bergamo e Lipsia. In realtà, la città lombarda e il centro più popoloso della Sassonia sono molto più vicini di quel che si creda. Almeno parlando di calcio.
Atalanta e Lipsia presentano, infatti, molti tratti comuni. Non a caso, spesso, la seconda viene definita la versione tedesca della prima. Atalanta-Lipsia è, insomma, una sfida da non perdere.

Si sarebbero potute incontrare già due anni fa in semifinale di Champions League, se il Paris Saint-Germain non si fosse messo di traverso. Lo fanno ora (andata in Germania 7 aprile, ritorno a Bergamo una settimana dopo) in una sorta di finale anticipata dell’Europa League che merita un approfondimento, anche in chiave scommesse.

Atalanta e Lipsia: tante analogie, ma anche qualche differenza

In attesa di vederle in campo per i quarti, mettiamo a confronto qui Atalanta e Lipsia. Dall’analisi emergono molti punti in comune, ma anche qualche differenza di rilievo.

  • La storia. Più lunga quella dell’Atalanta, nata nel 1907. Il Lipsia vede, infatti, la luce oltre un secolo più tardi: è il 2009 quando il colosso Red Bull compra la licenza sportiva del SSV Markranstädt, club dell’omonima cittadina tedesca all’epoca militante in 5ª divisione, la nostra Eccellenza. Il debutto in Bundesliga avviene solo nel 2016. L’anno in cui Gasperini si siede sulla panchina nerazzurra, iniziando a scrivere una storia memorabile.    
  • Enfant terrible in Europa. Entrambe hanno stupito nella loro avventura europea fin qui. L’apice nel 2019-20, con il Lipsia che si spinge fino alla semifinale di Champions League, eliminato da quel PSG che nel turno precedente aveva beffato negli ultimi minuti proprio l’Atalanta. Nella stagione successiva, i tedeschi ritrovano il Paris nel girone: finiscono a pari punti, con i parigini davanti solo per una migliore differenza reti. Il Lipsia esce poi agli ottavi per mano del Liverpool: stesso destino per l’Atalanta contro il Real Madrid. 
  • Due piccole grandi. L’ultimo lustro dei rispettivi campionati dice che Atalanta e Lipsia sono ormai due “grandi” di Serie A e Bundesliga. La Dea, da quando c’è il Gasp, ha smesso i panni di regina delle provinciali: tolto il 7° posto del 2017-18, i nerazzurri hanno sempre chiuso tra le prime quattro, con 3 terzi posti di fila nelle ultime stagioni. Proprio nel 2017-18 il Lipsia ha vissuto la sua peggior stagione nella massima serie tedesca, chiudendo al 6° posto. Per il resto, in 5 stagioni fin qui in Bundes, sono arrivati 2 secondi e altrettanti terzi posti.

Così Atalanta e Lipsia fin qui in campionato

La stagione in corso ha seguito traiettorie diverse in patria per Atalanta e Lipsia. I nerazzurri sono partiti bene in Serie A, con 11 vittorie, 3 sconfitte e 5 pareggi nel girone d’andata. Appena 2 vittorie, di contro, nelle ultime 11 di campionato per Tolói e compagni, a fronte di 4 pareggi e 3 sconfitte. Con una gara da recuperare, quella interna col Torino, fissata a maggio. Si è, invece, già fermata l’avventura in Coppa Italia, dopo la finale conquistata nella passata stagione.         

Di contro, l’annata del Lipsia non era partita nel migliore dei modi. Da quando, però, a inizio dicembre Domenico Tedesco si è seduto sulla panchina dei vicecampioni di Germania al posto dell’esonerato Marsch, tutto è cambiato. Ereditati all’11° posto, oggi i sassoni sono quarti in Bundesliga, a -3 dal Bayer Leverkusen, e si giocano l’Europa con Friburgo e Hoffenheim. I biancorossi vantano numeri importanti: 61 gol segnati, dietro solo delle squadre sul podio, e la 2ª miglior difesa del campionato con 31 reti concesse, al pari del Mainz. Sono, inoltre, ancora in corsa di Coppa di Germania: ad aprile in semifinale c’è l’Union Berlino.

Chi arriva meglio ai quarti di Europa League?

Se il cammino in patria è stato fin qui diverso, analogo è, invece, il percorso in Europa. Entrambe le formazioni hanno chiuso al 3° posto il girone di Champions, venendo retrocesse in Europa League:

  • 7 punti per il Lipsia nel Gruppo A, dietro a Manchester City e Paris Saint-Germain, con 2 vittorie, 1 pareggio e 3 sconfitte. 15 i gol fatti, 14 le reti subite;
  • 6 punti per l’Atalanta nel Gruppo F, alle spalle di Manchester United e Villarreal, con 1 vittoria, 2 pareggi e 3 sconfitte. 12 i gol fatti, 13 le reti incassate.

In Europa League il percorso di entrambe è iniziato dagli spareggi, in cui Lipsia e Atalanta hanno superato rispettivamente Real Sociedad e Olympiacos. Agli ottavi la Dea ha incontrato un’altra tedesca, il Bayer Leverkusen, passando il turno grazie al 3-2 interno e al successo per 1-0 in Germania. Il Lipsia ha staccato, invece, il pass per i quarti senza giocare, a causa dell’esclusione dello Spartak Mosca decisa dall’UEFA dopo l’attacco della Russia all’Ucraina.           

Su chi puntare? Ecco le quote scommesse di Atalanta-Lipsia

La sfida tra Atalanta e Lipsia, valida per i quarti, è davvero una sorta di finale anticipata dell’Europa League 2021-22. E una Prima, a tutti gli effetti: non ci sono, infatti, precedenti in gare ufficiali tra le due formazioni. Chi vince trova in semifinale la vincente di Braga-Rangers.

Nelle quote vincente Europa League le due formazioni sono le più quotate, alle spalle del Barcellona, per la conquista del trofeo: il trionfo del Lipsia è dato a 4.50, quello dell’Atalanta a 5.50. In chiave passaggio del turno, lieve vantaggio per i tedeschi: l’approdo in semifinale da parte della formazione di Tedesco è quotato 1.85, mentre una prosecuzione del viaggio dei bergamaschi paga 1.90.          

Dando un’occhiata alle quote 1X2 di Lipsia-Atalanta, andata dei quarti di Europa League, i tedeschi partono in pole: il successo di Gulácsi e compagni è quotato 1.80 contro il 4.20 per la vittoria in trasferta della banda Gasperini. Il pari paga 3.75 volte la posta. Nell’attuale stagione europea, appena 1 vittoria casalinga per il Lipsia (2N, 1P), che ha sempre subito gol. Dal canto suo, concreta e sempre in rete l’Atalanta in trasferta: in segna goal squadra ospite, Sì a 1.35, No a 2.65.

Perché puntare sull’Atalanta:   

  • ha vinto le ultime 4 partite di Europa League;
  • la tenuta difensiva dei tedeschi non è sempre impeccabile;
  • ottimo rendimento in trasferta.

Perché puntare sul Lipsia:

  • è imbattuto da 10 match in tutte le competizioni;
  • segna tanto e manda in rete tanti giocatori;
  • l’Atalanta non appare nel suo momento di forma migliore.


Su Better trovi un’ampia proposta di quote scommesse su questa finale anticipata, con i consigli dei nostri esperti per i tuoi pronostici sull’Europa League.