09/12/2020
News Lottomatica Scommesse

L’inizio – sosteneva Platone – è la parte più importante del lavoro. E il titolo di campione d’inverno, assolutamente platonico, premia proprio chi meglio ha iniziato la stagione. Ovvero la squadra che in un campionato annuale in due gironi è prima in classifica alla fine dell’andata. Il giro di boa in Serie A sarà solo a fine gennaio, ma, con 10 giornate in archivio, possiamo tentare di prevedere che taglierà per prima il traguardo. Occasione anche per vedere com’è andata fin qui nella storia del nostro campionato.

Serie A: campione d’inverno = campione d’Italia? Il titolo platonico di gennaio è (quasi) garanzia di scudetto

Consultando le statistiche, chi chiude in testa il girone d’andata vince poi spesso il campionato. Sugli 86 casi totali, la squadra campione d'inverno ha poi vinto lo scudetto in 59 occasioni. Titolo onorifico, quindi, ma fino a un certo punto. Solo 19 volte ha vinto alla fine chi a metà era 2° (7 nell’era dei 3 punti, dal 1994/1995): l'ultima volta è accaduto nel 2017/2018, con la rimonta della Juventus sul Napoli di Sarri. Tra il 1998 e il 2003 in ben 5 occasioni il campione d’inverno non si è riconfermato a maggio. In 8 occasioni, infine, a vincere lo scudetto è stata una squadra che, alla fine dell’andata, non era né 1ª né 2ª: l’ultima nel 2002/2003, quando la Juve di Lippi al giro di boa del campionato era 4ª, salvo poi superare Milan, Lazio e Inter. Il titolo d’inverno in condominio, con 1 delle squadre poi vincitrice del tricolore, ha 7 precedenti: 6 a 2 squadre, 1 a 3. 

La Juventus è in testa per numero di titoli di campione d’inverno vinti nella Serie A a girone unico. L’ultima volta è accaduto nella passata stagione: battendo la Roma all'Olimpico per 2-1 e approfittando dello stop dell’Inter contro l’Atalanta, i bianconeri chiusero il girone d’andata con 48 punti, 2 in più dei nerazzurri. Questa la classifica dei titoli di campione d’inverno:      

  1. Juventus, 31 volte
  2. Inter e Milan, 17
  3. Roma, 6

Chi sarà il campione d’inverno 2020/2021?  

Insomma, chi ben comincia è a metà dell’opera. In questa stagione ha iniziato alla grande il Milan, 1° in classifica e imbattuto dopo 9 giornate con 23 punti (7V, 2P), con 21 gol fatti e 8 subiti. Dal flop a top nel girono di un anno: dalla peggior partenza nell’era die 3 punti alla migliore di sempre. I rossoneri hanno 5 punti di vantaggio su Inter e Sassuolo, 6 su Juventus, Napoli e Roma. È inevitabile che siano, dunque, loro a partire con i favori del pronostico per la conquista del titolo di campione d’inverno. La costanza, del resto paga sempre, soprattutto nella Serie A piuttosto magmatica di questi tempi. Titolo di campione d’inverno a portata di mano, con alcune sliding door da varcare per arrivare in testa al giro di boa del campionato. Tra le gare da bollino rosso: Sassuolo-Milan (13ª), Milan-Lazio (14ª) e, soprattutto, Milan-Juventus (16ª) all’Epifania in contemporanea con l’estrazione della Lotteria Italia.  

Detto del Sassuolo, che merita considerazione per l’ottimo inizio di stagione, le chance maggiori d’insidiare il Milan nella corsa al titolo d’campione d’inverno le hanno, sulla carta, Juventus e Inter. Entrambe devono, però, trovare maggiore continuità, se vogliono ridurre il gap con i rossoneri. Attenzione anche al Napoli di Gattuso, che, pur partendo un gradino più giù rispetto alle rivali, sta dimostrando di saper mettere in difficoltà chiunque (chiedere, per conferma, alla Roma, asfaltata 4-0). I partenopei sono stati per 2 volte campioni d’inverno: nel 2015/2016 e nel 2017/2018, ma in entrambe le occasioni a vincere lo scudetto è stata poi la Juventus. 
Nella corsa al titolo di campione d’inverno peseranno anche gli impegni nelle coppe europee, tra Champions League ed Europa League. In questo senso, la Juventus è avvantaggiata, avendo già staccato in anticipo il pass per gli ottavi. A livello di calendario, la Juve, come gare potenzialmente critiche, ha Atalanta (12ª) in casa, Milan (16ª) e Inter (18ª) fuori. Ci sarebbe, per la verità, anche il derby alla prossima, ma il derelitto Torino attuale non pare un ostacolo insormontabile. L’Inter, detto della sfida del Meazza con la Juve, ha Napoli (12ª) in casa e Roma (17ª) fuori, ma anche la trasferta di Verona è gara da coefficiente di difficoltà alto. Molto diranno gli scontri diretti, ma anche le gare con le “piccole”.

La corsa al titolo di campione d’inverno, insomma, è partita. La Serie A 2020/2021 confermerà la tradizione oppure spariglierà le statistiche? Non resta che seguire questo avvincente e inedito campionato in tempi di pandemia e scoprire quale squadra sarà in testa alla fine del girone d’andata. Se sei appassionato di calcio, con le nostre news puoi restare aggiornato non solo sulla Serie A, ma anche sugli altri campionati europei e sulle principali competizioni internazionali. Su Better trovi tutte le quote aggiornate e puoi scoprire come scommettere online su Lottomatica.it.