16/10/2021

Serie A 2021-22: i favoriti per classifica cannonieri e assistman

News Lottomatica Scommesse

Implacabile, illuminato e, soprattutto, costante. È l’identikit del calciatore che punta a inscrivere il suo nome nell’(ambìto) albo d’oro dei capocannonieri della Serie A. A un quinto quasi del campionato facciamo il primo borsino dei pretendenti, occupandoci dei favoriti per la classifica cannonieri, ma anche dei top assistman.

Capocannoniere. quando le dimensioni della squadra non contano…

La classifica conta. Nel senso che un attaccante inserito in una squadra che “gira” ha più possibilità di trovare la vita della rete. E chi gioca in una Big, con magari un plotone di alfieri al suo servizio, parte in vantaggio. Ma negli anni sono riusciti a conquistare il titolo di capocannoniere anche bomber che non puntavano allo scudetto, bensì dovevano evitare la retrocessione. Qualche esempio?

  • Luca Toni, Hellas Verona 2014-15. Da molti già dato sulla via del tramonto, il modenese si dimostra attaccante di grande solidità chiudendo la stagione con 22 gol all’attivo ex aequo con Icardi dell’Inter.
  • Dario Hubner, Piacenza 2001-02. 24 gol stagionali per “Tatanka”, che condivide il trono con il bomber della Juventus Trezeguet. Anche grazie alla prolificità dell’attaccante classe 1967, gli emiliani si salvano.
  • Igor Protti, Bari 1995-96. 24 gol è anche il bottino che 6 stagioni prima vale un posto sul trono dei cannonieri a Igor Protti, condiviso con Signori della Lazio. Protti e Hubner sono gli unici ad aver vinto la classifica dei cannonieri di Serie A, Serie B e Serie C

Insomma, se vuoi puntare sul capocannoniere, non fermarti alla zona Champions League, ma dai un’occhiata anche alla parte destra della classifica.

Capocannoniere Serie A 2012-22: Immobile, Lautaro Martínez e Džeko in pole per il dopo CR7

Nei pronostici sul capocannoniere della Serie A 2021-22, corre veloce Ciro Immobile. Del resto, la punta di Torre Annunziata ha già vinto 3 volte questa speciale classifica:

  • 2019-2020, Lazio, 36 gol (record)
  • 2017-2018, Lazio, 29 gol
  • 2013-14, Torino, 22 gol

Immobile è insidiato dalla coppia d’attacco dell’Inter formata da Edin Džeko e Lautaro Martínez, chiamati a non far rimpiangere Lukaku. Il bosniaco, vincitore nel 2016-27 ai tempi della Roma, è partito bene e, con 6 gol in 7 gare, condivide la vetta momentanea con il laziale. A 5 gol insegue l’argentino, capace, con il collega di reparto, di segnare metà del bottino offensivo dell’Inter (11 gol su 22).

Vlahovic, Osimhen, Destro: i possibili outsider per il trono dei bomber

In chiave scommesse sui capocannonieri di Serie A, impossibile non citare l’Atalanta. Perché la Dea da 3 stagioni ha il miglior attacco del torneo e anche quest’anno, nonostante un inizio più tribolato del solito, i bergamaschi puntano a essere protagonisti. Con loro, ovviamente, Duván Zapata.

Attenzione anche a Dusan Vlahovic: il serbo della Fiorentina è partito bene, con 4 gol nei primi 7 turni, e vuole dimostrare il suo talento. E, anche per questo, è finito nel mirino della Juventus in chiave calciomercato.

Con lui, da monitorare in chiave pronostici sui capocannonieri c’è, senz’altro, Victor Osimhen. Il nigeriano sta trascinando in alto il Napoli in questo primo segmento di stagione, tanto in campionato quanto in Europa League, e non pare intenzionato a smettere.

Le sorprese potrebbero arrivare da Mattia Destro e João Pedro, che a suon di gol dovranno tener lontane Genoa e Cagliari dalla zona Serie B.

A come Assistman: Barella è il favorito, ma dalla Capitale possono arrivare molti pretendenti

Dalla classifica dei bomber a quella degli assistman, ovvero chi i gol li fa fare. Qui in pole position parte per i bookmakers Niccolò Barella. D’altronde, l’interista, campione d’Europa in estate con la Nazionale, è partito bene, con ben 5 passaggi decisivi nelle prime 7 uscite di campionato. Manterrà questa media?

Di certo, l’azzurro dovrà vedersela con i colleghi di Roma e Lazio, tra cui Lorenzo Pellegrini a Luis Alberto. Anche perché Inter (17 assist), Roma (13) e Lazio (12) sono le squadre che in questa prima porzione di stagione hanno sfornato più assist.

Da monitorare come papabile assistman della Serie A 2021-22 sono anche i napoletani Insigne e Zieliński. Indicazioni importanti potrebbero arrivare, infine, dalle “piccole”, con Caprari e Ilić del Verona, ma anche Maggiore dello Spezia e il rumeno del Cagliari Marin.

Pronostici sul capocannoniere e scommesse sull’assistman di Serie A: i fattori da tenere in considerazione

Le scommesse marcatori sono tra le più apprezzate dagli appassionati di calcio. D’altronde, tutto si basa sui gol. E chi li segna o consente a un compagno di trovare la vita della rete attira l’attenzione in chiave pronostici.

Nell’azzeccare il nome giusto c’è, senza dubbio, una componente di fortuna, ma questa, da sola, non basta. Per puntare sui marcatori e sugli assistman nel calcio, cercando di rendere la propria giocata vincente, occorre valutare e combinare vari elementi. Come:

  • quote proposte;
  • statistiche dei giocatori;
  • media gol nel breve e medio periodo;
  • regolarità nell’andare a segno, in casa e in trasferta;
  • possibili criticità: dagli infortuni alle assenze per la Coppa d’Africa.

E il discorso può essere riproposto anche in chiave assist. Insomma, queste tipologie di scommesse sono per veri intenditori: come te. Se il calcio è la tua passione, continua a seguire le nostre news sportive per restare aggiornato.