03/04/2018
Big Match Collovati

Per la Roma missione (quasi) impossibile, la Juve ce la può fare.

Juventus-Real 1


Juventus e Real Madrid si ritrovano di fronte a poco meno di un anno di distanza dalla finale di Cardiff, coi bianconeri decisi a prendersi una rivincita nei confronti dell'ex Zidane. Sono 19 i precedenti tra le due squadre in Coppa Campioni/Champions League, con i Blancos vincitori in 9 occasioni e i torinesi a quota 8 successi, 2 invece i pareggi.
Nel doppio confronto la Signora ha una tradizione favorevole contro le merengues, l'ultimo confronto sui 180' risale alla stagione 2014-15, quando i ragazzi di Allegri eliminarono CR7 e compagni in semifinale vincendo 2-1 a Torino e pareggiando 1-1 a Madrid. Il tecnico livornese dovrà fare a meno degli squalificati Pjanic e Benatia, ma la rosa bianconera garantisce alternative affidabili sia in difesa che a metà campo. Il posto del bosniaco davanti alla difesa potrebbe essere occupato dal giovane Bentancur, mentre al fianco di Chiellini potrebbe rivedersi l'inossidabile Barzagli.
Non sarà semplice mettere la museruola a gente come Cristiano Ronaldo, Bale e Isco, ma la Juve ha tutte le carte in regola per ottenere un buon risultato in vista del ritorno. Sarà fondamentale non subire gol e magari segnarne uno per poter affrontare, con più serenità, la sfida di ritorno.

Barcellona-Roma 1


Missione quasi impossibile per la Roma, che farà visita al Barcellona consapevole di non aver nulla da perdere. La pressione sarà tutta sulle spalle di Messi e compagni, obbligati a vincere contro una squadra sulla carta inferiore. Guai però a sottovalutare una Roma orgogliosa e combattiva, capace di gettare il cuore oltre l'ostacolo e di dare del filo da torcere ad avversari più blasonati come Chelsea e Atletico Madrid.
Di Francesco recupera Nainggolan e Pellegrini, fondamentali per garantire dinamismo a metà campo, e si affida a Dzeko in avanti, sperando che il bosniaco possa rivelarsi di nuovo decisivo come nella gara di ritorno contro lo Shakhtar. I blaugrana potrebbero concedere qualcosa dietro, ma fanno paura lì davanti con Messi e Suarez autentici cannibali, pronti a colpire in qualunque momento.
Per i giallorossi sarebbe un buon risultato perdere con un solo gol di scarto per tenere vive le speranze di qualificazione in vista del ritorno all'Olimpico.

In Evidenza