23/04/2018

Napoli, vittoria meritata nel segno di Sarri! E ora a chi andrà lo scudetto?

Collodati

Leggi l’analisi sul big match di Serie A, a cura di Fulvio Collovati.

Una vittoria più che meritata. Sarri ha imbrigliato Allegri, dimostrando di avere una squadra con più voglia di vincere, mentre Allegri ha cercato inutilmente di non perdere.
La differenza è il gol di Koulibaly a tempo quasi scaduto. Ma non è arrivato per caso, è stato il giusto premio ad una gara giocata sempre in attacco. Sarrismo da favola, una squadra che gioca a memoria anche nelle difficoltà, che cerca sempre gli spazi per ottimizzare il gioco espresso. Il Napoli è ancora a -1 ma, in realtà, a questo punto, guardando anche al calendario, pare decisamente in vantaggio rispetto alla Juventus.
Già questo sabato assisteremo alla sfida Inter-Juventus. Allegri ha già parlato di gara decisiva, ma si capirà solo allora lo stato fisico e psicologico della sua squadra. Ora, se vuole aggiudicarsi il settimo scudetto, non può più sbagliare.
Balza all’occhio l’evidente l’involuzione di Dybala. La Joya ha perso lo smalto dei tempi migliori. Allegri l’ha sostituito dopo soli 45 minuti di gioco. Una bocciatura vera e propria. Inoltre, in difesa, la mancanza di Chiellini rappresenta un bel problema (non ci sarà neppure nella finale di Coppa Italia, perché squalificato). Anche Higuain non è al meglio e sembra l’ombra del l’attaccante dei tempi di Napoli. Il bomber bianconero non segna da oltre 600, tra campionato e coppe, e, soprattutto, fatica ad entrare nel vivo del gioco e trovare il modo di calciare verso la porta avversaria. Lo sfogo di Allegri nel post match della gara col Napoli è sintomatico dell’agitazione che sta vivendo il tecnico della Vecchia Signora, mai così in difficoltà dal suo arrivo a Torino. Complimenti comunque al Napoli perché sta meritando la conquista eventuale del tricolore per la stagione straordinaria di una rosa ristretta e poche volte in difficoltà con gli avversari.

Bellissima la volata scudetto, ma anche la lotta per i due posti Champions è avvincente. Difficile dire ora chi è favorito tra l’Inter e le due romane, Lazio e Roma. Ricordiamoci che i giallorossi martedì affronteranno in Champions il Liverpool, scontro epico per l’accesso alla finale di Kiev, e questo potrebbe avere il suo peso. A decidere saranno forse gli scontri al vertice, come Inter-Juventus, Roma-Juventus o anche Lazio-Inter. Così come nella lotta salvezza. Anch’essa è in bilico fino alla fine: dopo la retrocessione del Benevento, è probabile quella del Verona; incerta la lotta tra Udinese, Cagliari, Crotone, Chievo e Spal.

In Evidenza