27/02/2017

Napoli fuori dalla corsa scudetto? Le difficoltà degli azzurri in numeri

News Lottomatica Scommesse

In attesa del posticipo tra Fiorentina e Torino, la 26esima giornata di campionato rafforza il potere juventino in Serie A. La Juventus allo Stadium non sbaglia da 30 partite. Tante sono le vittorie consecutive da ottobre 2015, in questa stagione 7 di fila dopo la sconfitta di Firenze: un ruolino di marcia così arrembante da lasciare qualche vittima per strada. Come il Napoli, che rispetto alla 26/a giornata della scorsa stagione ha 3 punti in meno ed è un gradino più sotto in classifica: frutto di una difesa più perforabile - 29 reti subite invece delle 21 dello scorso anno - e qualche polemica interna in più che potrebbe destabilizzare l’ambiente, prossimo a sfide decisive in Coppa Italia e Champions League.

La Roma consolida il secondo posto candidandosi autorevolmente ad essere l’unica in grado di tener testa alla Juventus. Sette punti di distacco non sono incolmabili e le prestazioni di uno straripante Nainggolan - 5 reti nelle ultime 4 partite - inducono a crederci fino in fondo: la differenza sta nelle gare esterne, dove la Roma ha subito 5 sconfitte e la Juve 4 e nei 2 incontri in cui i giallorossi hanno impattato, contro i bianconeri che non hanno mai pareggiato, da qui nascono le vittorie che sono 8 per la Juve e 7 per la Roma.

La nota positiva della giornata è la posizione in classifica dell’Atalanta che con la vittoria a Napoli si è portata a ridosso degli stessi azzurri a soli 3 punti dal terzo posto. Strabiliante il tabellino della Dea, con 7 vittorie esterne su 14 gare, come Roma e Napoli e con la sola Juve ad aver fatto di meglio con 8 successi: tutto ciò fa pensare che in questa stagione difficilmente gli uomini di Gasperini molleranno posizioni.

In Evidenza