12/03/2021

Due italiane in Europa League: chi può vincere la coppa?

News Lottomatica Scommesse

Dopo l’eliminazione del Napoli ai sedicesimi, restano 2 le squadre italiane in Europa League: si tratta di Milan e Roma, attese agli ottavi da Manchester United e Shakhtar Donetsk. Si alza il coefficiente di difficoltà in vista di Danzica, teatro mercoledì 26 maggio 2021 della finale della seconda competizione europea per club. Chi può vincere la coppa: le italiane possono arrivare in fondo? In questo post analizziamo le chance di successo di rossoneri e giallorossi.

Déjà vu Milan: quante analogie con la cavalcata (vincente) del 2007 in Champions…

C’è un elemento che lega l’impegno presente di Milan e Roma agli ottavi di finale di Europa League, in programma l’11 e il 18 marzo 2021: è il futuro che si lega al passato. Può sembrare un corto circuito lessical-temporale: in realtà, entrambe le formazioni devono fare i conti con avversari ben noti.  

Curioso il déjà vu del Milan. Nel 2006/2007 i rossoneri vinsero la Champions League, la 7ª della loro storia, diventando la 1ª squadra a riuscirci partendo dai preliminari. Nella cavalcata, la squadra allora guidata da Ancelotti affrontò Stella Rossa nel preliminare, Lille ai gironi, Celtic agli ottavi e Manchester United in semifinale. Una singolare analogia con il percorso della banda Pioli in questa edizione di Europa League, con i medesimi avversari incontrati lungo il percorso, pur se ad altezze diverse.        

Sarà di buon auspicio? I tifosi rossoneri si augurano ovviamente di sì. L'urna ha messo di fronte alla squadra di Pioli il Manchester United. I Red Devils sono, con il Tottenham, una delle formazioni più quotate per la vittoria finale: 4.50 per le due inglesi contro il 9.00 attribuito al Milan nelle quote vincente. Il match è di grande prestigio: in campo scendono 29 trofei internazionali.

Il passato che ritorna: Fonseca ritrova il “suo” Shakhtar         

Sfida speciale per Ibra, come pure (ancora) per Paulo Fonseca. Il tecnico della Roma ritrova un’altra sua ex: dopo il Braga ai sedicesimi, agli ottavi ecco lo Shakhtar Donetsk. Il portoghese ha guidato gli ucraini dal 2016 al 2019, vincendo 7 trofei. Era lui l’allenatore dello Shakhtar eliminato dalla Roma di Di Francesco agli ottavi di Champions League nel 2017/2018. Sarà il 7° confronto tra Roma e Shakhtar, il 1° in Europa League: nei 6 precedenti, tutti in Champions, i giallorossi hanno ottenuto 2 vittorie (entrambe in casa) e 4 sconfitte.

. Due curiosità sulla sfida dei giallorossi:

  • Gli ucraini non sono ai livelli di qualche tempo fa (è stata l’ultima squadra a vincere la Coppa Uefa nel 2008/2009). L’esperienza internazionale è, tuttavia, robusta e lo Shakhtar sa come si arriva in fondo, come dimostrato dalla semifinale della scorsa Europa League, poi persa contro l’Inter. La formazione di Luis Castro, poi, può contare su ottime individualità e sa adattarsi tatticamente ai rivali.
  • La Roma, nelle sue 3 esperienze finora in Europa League, ha collezionato altrettante eliminazioni agli ottavi: l’anno scorso per mano del Siviglia.      

L’Italia in Europa League: 0 vittorie e tante delusioni. Sarà la (s)volta buona?

Spagnolo e Inglese: nella decennale scuola dell’Europa League, che ha aperto i battenti con questo nome nel 2009/2010, queste sono state le 2 lingue finora maggiormente parlate. Sono 7 i successi spagnoli e 3 le vittorie inglesi: unica eccezione finora è il Porto, trionfatore nel 2010/2011.

È dal biennio 1998/1999, quando si chiamava ancora Coppa Uefa, che una squadra tricolore non iscrive il suo nome nell’albo d’oro; allora vinsero Inter e Parma. Poi tante delusioni: l’anno scorso l’Inter si è arresa in finale al Siviglia. In precedenza, i migliori risultati erano stati le semifinali raggiunte nel 2013/2014 dalla Juventus e nel 2014/2015 da Napoli e Fiorentina. Allargando, però, lo sguardo anche alla stagione della Coppa Uefa, con 9 successi l’Italia è 2ª, al pari dell’Inghilterra e alle spalle delle Spagna (13) per numero di vittorie. A referto 3 successi di Inter e Juventus, 2 del Parma e 1 del Napoli.

L’Europa League entra, insomma, nella sua fase più calda. Se sei appassionato di calcio internazionale, su Better trovi le migliori tipologie di scommesse, le quote aggiornate dei vari match e i preziosi consigli dei nostri esperti per non sbagliare.