06/05/2022
Better News

Una finale concordata da UEFA e CONMEBOL dopo la firma del rinnovo e prolungamento del Protocollo d'Intesa del 15 dicembre 2021. La vincitrice di UEFA EURO 2020, l'Italia, sfiderà i campioni della Coppa America 2021, l'Argentina. Il cammino delle due nazionali per aggiudicarsi al pass della Finalissima, scopriamo chi sono i trascinatori delle squadre, probabili formazioni e tutte le statistiche più importanti.
Come tristemente noto la nazionale di Mancini non sarà presente ai Mondiali, eliminata dalla Macedonia del Nord ai playoff.
Ranking FIFA: 6° Italia
Ranking FIFA: 4° Argentina

Gli azzurri frastornati di Roberto Mancini

Il trionfo europeo con le vittorie contro Belgio, Spagna e Inghilterra avevano coperto delle problematiche della nazionale, salvo poi emergere tutti insieme nel momento clou del girone e dei playoff. La nazionale giocherà con addosso le scorie della mancata qualificazione per il Qatar, giocheranno ancora Insigne, Immobile e Chiellini (a meno di infortuni) e probabilmente sarà il loro saluto alla maglia azzurra. Ci sarà spazio per qualche giovane oppure Mancini si affiderà al gruppo per provare a vincere la Finalissima a tutti i costi e dare una gioia ai tanti tifosi italiani che saranno sugli spalti di Wembley? Sicuramente il nuovo corso partirà proprio da questo punto per cerchiare in rosso l’obiettivo dei mondiali del 2026, da non poter fallire.

La “Scaloneta” Albiceleste

Lionel Scaloni e Lionel Messi hanno riportato la Copa America in Argentina dopo il 1993, un trionfo storico. Il giocatore più forte del pianeta terra ha disegnato calcio risultando il miglior marcatore e il miglior assistman della competizione (4 gol e 5 assist in sole 7 presenze). 3-0 all’Ecuador ai quarti, vittoria ai rigori con la Colombia col portiere Martinez come eroe e poi la finale vinta per 1-0 contro il Brasile con gol del Fideo Di Maria su assist di Don Rodrigo De Paul. La “scaloneta” è il soprannome della nazionale che dopo anni di grandi rose senza trofei (con ottimi piazzamenti), è arrivata una squadra più libera di testa e spensierata che ha riportato entusiasmo ed espressione di gioco; il tutto col Diez al centro del tutto.

L’ultima in nazionale di Giorgio Chiellini

La 117esima presenza di Giorgio Chiellini sarà anche l’ultima per il capitano di tante battaglie e soprattutto di Euro2020. Un bronzo olimpico ad Atene, l’argento agli europei di Polonia-Ucraina del 2012, bronzo in Nations League e alla Confederations Cup ed infine la vittoria degli europei U19 in Lichtenstein 2003. L’esordio il 17/11/2004 a Messina in Italia-Finlandia con il cartellino giallo ottenuto dopo soli 8 minuti. Il primo gol arriva contro le Faer Oer in un 3-1 delle qualificazioni di Euro 2008. La prima da capitano in Italia-Francia 1-2 a Parma nel 2012. 4° posto All Time nella classifica di presenze e con 8 gol si trova al 44° posto. Con 22 trofei, forse 23 (dipenderà da Juventus-Inter che decreterà la vincente Coppa Italia 2022).