27/12/2019

Nuovo anno, nuova sfida: il 2020 inizia con Napoli-Inter

Nuovo anno, nuova sfida: il 2020 inizia con Napoli-Inter

Tra pochi giorni si entra nel 2020: un anno importante dal punto di vista calcistico, con gli Europei in estate, ma anche le emozioni della Champions League e dell’Europa League, oltre naturalmente alla nostra Serie A, che si apre con grandi match, dopo la pausa natalizia.

Nuovo anno, nuova sfida: il 2020 parte alla grande, proponendo Napoli-Inter, posticipo e piatto forte di una 18° giornata, in calendario tra domenica 5 e lunedì 6 gennaio, che propone anche altre sfide stuzzicanti come Juventus-Cagliari e Atalanta-Parma.

Napoli-Inter: piatto classico, nuova ricetta

Inevitabile, però, che i fari siano puntati sulla sfida del San Paolo, che di fronte metterà la squadra indicata in estate da tutti o quasi come una delle principali antagoniste della Juventus in chiave scudetto.

Napoli-Inter è gara dai mille contenuti, con tante sfide nella sfida: Ancelotti vs. Conte, Insigne-Mertens vs. Lukaku-Martinez, Koulibaly-Manolas vs. Skriniar-de Vrij. Sulla carta, insomma, il match è decisamente interessante.

Il match è, peraltro, un grande classico della Serie A: milanesi e lombardi si sono affrontati fin qui 146 volte in campionato, con 64 vittorie dell’Inter, 46 del Napoli e 36 pareggi. Al San Paolo la bilancia pende, invece, dalla parte dei partenopei, vittoriosi 37 volte su 73 incontri disputati, a fronte di 17 successi nerazzurri e 19 pareggi. 

Inter: vedi Napoli e poi… non vinci

Le trasferte in Campania per l’Inter sono, insomma, sempre parecchio insidiose: anzi, diciamo pure che i partenopei sono una bestia nera. Al San Paolo, da quando il Napoli, nel 2007, è tornato in Serie A dopo il fallimento, l’Inter in campionato non ha mai vinto: 12 partite, 8 sconfitte e 4 pareggi, con appena 8 gol segnati e ben 22 incassati.

Neanche l’Inter di Mourinho, nell’annata magica 2009/2010, quella del triplete, riuscì nell’impresa di strappare qui 3 punti: finì 0-0, nonostante le tante occasioni da rete da una parte e dall’altra, con 2 legni colpiti dal Napoli con Hamsik e Quagliarella (a referto anche un palo di Muntari).

La scorsa stagione, a maggio, finì 4-1 per il Napoli, con gol di Zielińksi, Mertens e doppietta di Fabián Ruiz; per l’Inter un rigore di Icardi all’81° rese solo meno pesante il passivo, aggiungendo incognite alla rincorsa di quel posto in Champions League, conquistato poi solo in extremis all’ultima giornata.  

Se vi state chiedendo da quanto tempo l’Inter non vinca a Napoli, ecco la risposta: dal lontano 1997/1998, quando l’Inter era ancora quella di Ronaldo e il Napoli stava vivendo una stagione horror, con ben 4 allenatori (Mutti, Mazzone, Galeone, Montefusco), culminata di lì a poco con un’amara retrocessione in Serie B. Al San Paolo finì 0-2 per i nerazzurri, gol di Galante e autorete di Turrini.

A Conte, insomma, il compito di sfatare anche questo tabù: in una lotta scudetto che si gioca punto a punto, tornare dal San Paolo dopo 22 anni avendone fatti 3 o, comunque, non avendone persi altrettanti sarebbe un ulteriore indizio sulla nuova veste dell’Inter; una svolta che puntellerebbe la candidatura dei nerazzurri in chiave tricolore. Di contro, per Ancelotti potrebbe essere una buona occasione per ridurre il gap con il vertice e ridare sostanza al sogno Champions, dopo una fine di 2019 piuttosto tormentata.

Sono tanti, dunque, i motivi per non perdersi Napoli-Inter, piatto forte della 18° giornata di Serie A, che torna dopo la pausa natalizia per un 2020 entusiasmante. La gara è in programma lunedì 6 gennaio, con fischio d’inizio alle 20:45: più o meno in contemporanea con l’estrazione finale della Lotteria Italia. Su Lottomatica.it potete seguire entrambe e, per quanto riguarda il calcio, approfondire anche le quote e fare le vostre scommesse su Better.