07/10/2021

Buffon, Vazquez, Viviani e non solo: ecco i protagonisti della Serie B

News Lottomatica Scommesse

Brillante, baldanzosa, battagliera. Leggi i nomi delle squadre della Serie B 2021-22 e pensi a una A2. Mai come quest’anno, infatti, il campionato cadetto si sta ritagliando un ruolo significativo nel panorama calcistico nazionale e globale. Merito di tanti protagonisti d’eccezione, all’insegna di un mix tra “vecchie volpi” della categoria e new entry agguerrite. Discorso che vale tanto per le squadre, quanto per i calciatori. Scopriamo allora insieme alcuni dei principali protagonisti della Serie B. 

La Serie B fa 90: i numeri del campionato cadetto 2021-22      

Prima di entrare nel dettaglio del campionato, diamo un’occhiata alla scheda del torneo. La Serie B 2021-22 è la 120ª edizione del secondo livello del campionato italiano di calcio, l’89ª a girone unico.

Il campionato, che vede al via 20 squadre, è partito il 20 agosto e si concluderà, almeno per la regular season, il 6 maggio 2022. Ci sono le 3 retrocesse dalla Serie A, ovvero Benevento, Crotone e Parma, e le 4 promosse dalla Serie C: rientri eccellenti come quelli di Como, Perugia e Ternana, vincitrici dei rispettivi gironi, e l’Alessandria, che ai playoff ha superato il Padova. I Grigi mancavano da 46 anni.    

Non c’è, invece, il Chievo. La formazione veronese è stata esclusa dalla cadetteria dopo che la Covisoc ha dato parere negativo all’iscrizione della società veneta per debiti con il Fisco. Al posto dei clivensi è stato ripescato il Cosenza.

Da Buffon a Lucca, da Vazquez a Viviani: i nomi sul taccuino della nuova Serie B

È un album di figurine particolarmente intrigante e prezioso quello della Serie B 2021-22. Tanti, infatti, sono i protagonisti, tra campioni affermati e giovani talenti in rampa di lancio.      

Copertina d’obbligo per Gigi Buffon. A 43 anni l’ex portiere della Juventus è di nuovo al Parma, la società che lo ha lanciato nel calcio che conta. Il portiere classe 1978 ha vestito la maglia dei ducali dal 1991, quando esordì nelle giovanili, fino al 2001.

In Emilia è approdato anche Franco Vazquez. Si tratta di un ritorno in Italia per “El Mudo”, che ha già giocato nel Palermo, tra il 2012 e il 2016, vestendo 2 volte la maglia azzurra della nazionale italiana nel 2015. Poi la parentesi al Siviglia, con cui nel 2020 ha vinto l’Europa League battendo l’Inter in finale.

Dai giocatori “stagionati”, ma ancora in grado di fare la differenza, ai giovani rampanti. Uno di questi è Lorenzo Lucca: se il Pisa vola in classifica, il merito è anche dell’attaccante classe 2000, cresciuto nelle giovanili del Torino e fanno scorso al Palermo. Un nome sicuramente da appuntarsi in chiave scommesse sul capocannoniere del torneo, assieme ai vari Mulattieri, Lapadula e Corazza.

Stessa età di Lucca, altra zona di azione in campo e storia diversa. Tra i profili più interessanti da seguire della Serie B 2021-22 c’è anche Mattia Viviani. Il centrocampista, svincolato dopo l’esclusione dal campionato del Chievo, proverà a trascinare il Benevento nuovamente in Serie A.

Lecce, Brescia e le altre: le favorite per la promozione

Dando un’occhiata alle favorite per la promozione in Serie A, le quote vincente Serie B di Better mettono Lecce e Brescia in prima fila. I salentini di Baroni, dopo una partenza a rilento, hanno ingranato. Le Rondinelle, invece, sono partite bene e in più possono contare sul fattore Pippo Inzaghi, già capace di promozioni con Venezia e Benevento. Attualmente il Brescia è, con l’Atalanta, la squadra che ha centrato più volte (12) la promozione in Serie A.

Da monitorare in chiave promozione, per i bookie, sono anche Pisa, Benevento, Cremonese e Parma. Più indietro, almeno sulla carta, è il Monza di Stroppa. La rosa brianzola è completa e di qualità e, soprattutto, c’è un anno di esperienza in più nella “bolgia” della Serie B. L’obiettivo massima serie, insomma, è alla portata, ma serve trovare continuità. I lombardi sono una delle 4 formazioni della Serie B attuale a non vantare un’esperienza in Serie A: con loro Cittadella, Cosenza e Pordenone.  

Chi va in Serie A? Ecco alcune interessanti statistiche da conoscere

Chi è appassionato di calcio sa che tutto non si può esaurire nell’analisi dei numeri. Eppure ci sono statistiche interessanti da conoscere, che possono diventare spunti interessanti anche in chiave scommesse. La Serie B non fa eccezione. Sapevi, per esempio, che:

  • dal 1994-95, da quando in B la vittoria vale 3 punti, la squadra che vince più partite nella regular season viene sempre promossa in Serie A. E in 25 casi su 27, ossia nel 92,6% dei casi, si classifica entro i primi 2 posti, quelli che valgono la promozione diretta.
  • Negli ultimi 6 campionati di Serie B la formazione con il miglior attacco del torneo al termine della stagione regolare ha vinto il campionato.
  • In 16 delle ultime 22 stagioni (72,7% dei casi) la difesa meno battuta è salita in A, con o senza playoff.
  • In 24 delle ultime 27 stagioni concluse (88,8% dei casi), almeno 1 delle formazioni retrocesse appena 12 mesi prima dalla Serie A è risalita immediatamente in massima divisione (31 promozioni totali). Le ultime sono state l’Empoli 2017-18) e l’Hellas Verona 2018-19.
  • Da quando la Serie B assegna 3 punti a vittoria, ben 14 formazioni hanno fatto il “doppio salto”, ovvero sono passate nel giro di 2 anni dalla Serie C alla Serie A, centrando 2 promozioni consecutive. Le più recenti? Frosinone (2013-14 e 2014-15), Spal e Benevento (2015-16 e 2016-17), Parma (2016-17 e 2017-18) e Lecce (2017/18 e 2018/19).

Non resta che seguire il campionato di Serie B per scoprire se calciatori e squadre sapranno mantenere il loro ruolo di protagonisti attesi in questa stagione 2021/22.