02/10/2019

Tutte le quote capocannoniere di Serie A 2019/2020

Tutte le quote capocannoniere di Serie A 2019/2020

Partenza col botto per la Serie A 2019/2020: non è finora mancato nulla tra big match, derby, partite spettacolari e, soprattutto, gol a raffica, complici difese ballerine, meccanismi ancora da rodare, ma anche attaccanti in stato di grazia.

Quote capocannoniere di Serie A

A proposito di bomber e affini, vediamo chi sono i favoriti per la conquista dell’ambita palma di capocannoniere.

In testa c’è Cristiano Ronaldo (3.50): “appena” 21 i gol messi a segno al suo debutto in Serie A nel 2018/2019, che gli sono valsi il 4° posto alle spalle di Quagliarella, Zapata e Piątek. Inutile dire che l’asso portoghese voglia rifarsi al più presto, arricchendo la già corposissima bacheca di record personali in cui figurano, tra gli altri, la vittoria per 7 volte della classifica marcatori di Champions League, il titolo di capocannoniere in Premier League e il tris da Pichichi della Liga spagnola.

Segue, a quota 4.50, il nostro Ciro Immobile, ultimo vincitore italiano (nel 2017/2018 con 29 reti): per l’attaccante di Torre Annunziata si tratterebbe di un poker, avendo vinto anche la classifica marcatori in Serie B con il Pescara nel 2011/2012 (28 reti) e in Serie A con il Torino nel 2013/2014 (22 reti). L’inizio di stagione è stato finora positivo, con 5 gol all’attivo e il ritorno in rete in Nazionale dopo 2 anni di digiuno.

A quota 6.00 troviamo la rivelazione della scorsa stagione, l’atalantino Duván Zapata, 2° alle spalle di Quagliarella, con 23 reti che hanno contributo alla storica qualificazione in Champions League dei bergamaschi. Il colombiano punta a migliorare lo score personale: anche per lui inizio di stagione, finora da urlo, con 5 gol messi a segno.

Giù dal podio Edin Džeko (7.00), rimasto a sorpresa alla Roma dopo un’estate passata con la valigia in mano: il bomber bosniaco è partito alla grande quest’anno, con 4 gol nelle prime 6 giornate, spesso decisivi, e punta a riconquistare lo scettro di attaccante più prolifico della Serie A dopo il successo del 2016/2017 (29 gol).

Rimane fuori dal podio, per ora, anche il neo interista, Romelu Lukaku, il cui successo è dato a 8.00: finora un inizio convincente per il belga, con 3 reti segnate in 6 giornate e un feeling immediato con allenatore, compagni e tifosi. Il gigante di Anversa vuole ripagare l’affetto a suon di gol, tornando ai livelli fatti registrare in maglia Everton (68 gol in 141 gare con i Toffees), prima di approdare al Manchester United. Lukaku è già stato capocannoniere del campionato belga (2009/2010) e dell’Europa League (2014/2015).

A seguire “il gallo” Andrea Belotti (Torino) a 12.00 e Dries Mertens a 13.00: il folletto belga del Napoli, 4 reti in 6 giornate, vuole diventare il 3° giocatore del Napoli a vincere la classifica cannonieri di Serie A negli ultimi 8 anni dopo Cavani (2012/2013) e Gonzalo Higuain (2015/2016); ci riuscì quasi nel 2016/2017, quando con 28 gol chiuse 2° alle spalle di Džeko. Con 114 gol Mertens è attualmente 3° nella classifica dei goleador all time del Napoli in Serie A: -1 da “Sua maestà” Maradona (115) e nel mirino c’è Hamsik (121).

Paga 15.00 la posta della vittoria di Domenica Berardi: il 25 del Sassuolo, talento purissimo in cerca da tempo della definita maturazione e consacrazione, ha iniziato con 5 gol in 6 giornate e non è nuovo a exploit del genere. Saprà mantenere questo ritmo o cadrà nuovamente vittima delle sue debolezze?

A quota 20.00 la strana coppia Gonzalo Higuain (Juventus) e Krzysztof Piątek (Milan): l’argentino, vincitore nel 2015/2016 in maglia Napoli con 36 reti, superando il record di 35 messe a segno da Nordhal del 1949/1950, è rimasto alla corte di Sarri, dopo un’estate in cui sembrava essere solo di passaggio, e ha già dimostrato di poter dare il suo contributo alla causa. Discorso diverso per il polacco, formidabile la scorsa annata tra Genoa e Milan, con 22 reti che gli valsero il 3° posto nella classifica dei cannonieri: complice il disastroso inizio di stagione dei rossoneri, “il pistolero” stenta e sono appena 2 le reti, entrambe su rigore, messe a referto.

Scorrendo le quote capocannoniere della Serie A 2019/2020, a 30.00 ci sono Caputo (Sassuolo), Muriel (Atalanta) e il duo napoletano Milik-Insigne, mentre nel plotone a 50.00, assieme ai vari Lozano (Napoli), Alfredo Donnarumma (Brescia), Zaza (Torino), Petagna (Spal) e Lautaro Martínez (Inter), spiccano il rientrante Mario Balotelli, che con la maglia del Brescia proverà a tornare “Super Mario”, e il campione in carica, il sempreverde Fabio Quagliarella, 26 gol per lui la passata stagione, alle prese, però, con un inizio piuttosto negativo della sua Sampdoria.  

Infine, a 75.00 troviamo il tris formato da Chiesa (Fiorentina), Inglese (Parma) e Alexis Sánchez (Inter), mentre nel gruppone a quota 100.00 figurano, tra gli altri, i nomi di Lasagna (Udinese), Lapadula (Lecce), Pinamonti (Genoa), Dybala (Juventus), Gervinho (Parma) e Kalinić (Roma).

Salvo clamorose soprese, tra questi si cela il nome del prossimo capocannoniere: chi si siederà sul trono dei bomber della Serie A 2019/2020? Non resta che accomodarsi, gustarsi lo svolgersi della stagione, partita dopo partita, e scommettere con Better.

In Evidenza