06/09/2019
Quote qualificazioni Europei 2020

Come ormai da tradizione, dopo l’antipasto di agosto, nel menù calcistico dei campionati dei vari paesi, a inizio settembre arriva la prima pausa per le Nazionali, impegnate chi nella qualificazione per gli Europei, chi (in Sudamerica) in amichevole.

Novità: per la prima volta dal 1980 non c’è alcuna nazionale qualificata d’ufficio alla fase finale dell’Europeo. 20 posti saranno, infatti, assegnati con le qualificazioni, 4 attraverso gli spareggi con le 16 vincitrici dei gironi di Nations League, ovvero le 4 vincitrici dei gironi delle altrettante divisioni.

H2: Quote qualificazioni Europei 2020

Diamo uno sguardo alle quote antepost relative alle squadre vincenti nei 10 gironi di qualificazione a Euro 2020.

  • Nel girone A è data praticamente per certa dai bookmaker la qualificazione dell’Inghilterra, quotata a 1.01: i Tre Leoni, dopo varie delusioni, vogliono proseguire il trend positivo che li ha visti chiudere al 4° posto i Mondiali 2018 e al 3° in Nations League. L’insidia maggiore è rappresentata dalla Repubblica Ceca (12.00) dell’ex romanista Schick: a pari merito, a quota 75.00, troviamo Bulgaria e Montenegro, mentre fanalino di coda è il Kosovo (100.00).    
  • Più combattuto appare il girone B, dove a contendersi la vittoria potrebbero essere addirittura in 3: in pole position, a quota 2.15, c’è l’Ucraina guidata in panchina dall’ex bomber del Milan Shevchenko, marcata stretta a 2.25 dal Portogallo di Cristiano Ronaldo; i lusitani sono campioni d’Europa in carica e freschi vincitori della Nations League. Attenzione anche a una Serbia infarcita di campioni, che miscela giovani talenti e vecchie volpi: una vittoria delle Aquile Bianche è data a 5.00. Ruolo da comparse per Lussemburgo e Lituania (500.00).
  • Nel girone C a giocarsela, nelle quote antepost, sono Germania e Olanda: i tedeschi (1.27) provano a rialzare la testa dopo la disfatta ai Mondiali 2018 e in Nations League, ma dovranno fare i conti ancora una volta contro gli Orange, già incrociati nella nuova competizione europea. La nazionale dei Paesi Bassi, campione nel 1988 e con 5 piazzamenti nei primi 4 posti in 9 partecipazioni, pare finalmente aver imboccato la via giusta per uscire da anni difficili, complice una formidabile nidiata di talenti. Qualche speranza anche per l’Irlanda del Nord (18.00), mentre appare utopica la qualificazione di Estonia e Bielorussia (500.00).        
  • Agguerrito il girone D, dove la favorita alla vigilia è la Svizzera (2.05): gli uomini dell’ex tecnico della Lazio Petković, reduci dal 4° posto in Nations League, agli ultimi Europei hanno chiuso agli ottavi, sconfitti dalla Polonia, miglior risultato di sempre. Gli elvetici dovranno vedersela, però, con la Danimarca (2.35), sorprendente vincitrice nel 1992, e la sempre insidiosa Irlanda (5.00). Chiudono Georgia (500.00) e Gibilterra (1.000.00).
  • Da seguire con attenzione il girone E, dove i favoriti, nonostante qualche recente balbettio, restano i vicecampioni del mondo della Croazia (1.38), ma dove Ungheria (7.50), Galles e Slovacchia (8.00) sgomitano per issarsi al vertice. Paga, invece, 300.00 volte la posta una vittoria finale dell’Azerbaigian.


Questo è il quadro dei primi 5 gironi di qualificazione a Euro 2020, quelli composti da 5 squadre: vediamo ora gli altri 5 gironi, compreso quello dell’Italia, formati, invece, da 6 nazionali.

  • Nel girone F le quote antepost danno per vincente la Spagna (1.08), che vuole tornare a ruggire dopo le recenti delusioni seguite al ciclo vincente del 2008-2012, con 1 Mondiale e 2 Europei in bacheca. A quota 9.00 c’è la Svezia, eliminata ai quarti dall’Inghilterra agli ultimi Mondiali, competizione da cui, vincendo lo spareggio, escluse l’Italia. Qualche speranza anche per Romania (25.00) e Norvegia (30.00), mentre Far Øer e Malta (1.000.00) saranno poco più che sparring partner.
  • Girone G: qui la favorita è la Polonia (1.20) delle tante conoscenze italiane, come l’attaccante del Milan Piątek e il portiere della Juventus Szcęzsny. A 6.50 troviamo l’Austria, che insegue la 3° partecipazione alla fase finale dell’Europeo dopo quelle del 2008 e 2016, chiuse entrambe con un’eliminazione al 1° turno. A 12.00 c’è Israele, a caccia della prima qualificazione ai campionati europei, centrata nel 2000 dalla Slovenia (50.00), che ora, guidata dal portiere dell’Atlético Madrid Oblak e dall’attaccante dell’Atalanta Ilicic, prova a bissare. È data a 100.00 una vittoria della Macedonia, mentre a 1.000.00 chiude la Lettonia.        
  • Decisamente accattivante il girone H: favorita d’obbligo, a quota 1.15, è la Francia campione del mondo, chiamata, tuttavia, a non sottovalutare Turchia (6.50), semifinalista nel 2008, e Islanda (12.00), issatasi fino ai quarti di finale a Euro 2016, dove fu eliminata proprio dai transalpini. Dopo la 1° partecipazione nel 2016, chiusa con l’eliminazione al 1° turno, insegue Euro 2020 anche l’Albania (250.00), che prosegue la fase italiana con Reja in quel ruolo di selezionatore che nel recente passato è stato anche di De Biasi e Panucci. Chiudono Andorra e Moldova (1.000.00).  
  • Nel girone I la nazionale favorita per la vittoria è il Belgio (1.08), 3° nel 1972 e finalista nel 1980: per i Diavoli Rossi, numero 1 nel ranking Fifa, l’obbligo di continuare quel percorso positivo che negli ultimi anni li ha portati fino al 3° posto ai Mondiali 2018 e ai quarti a Euro 2016. Attenzione alla Russia (6.50), semifinalista nel 2008 e reduce da un’eliminazione ai quarti ai Mondiali casalinghi di un anno fa. Più staccata la Scozia, a quota 40.00, mentre a distanza seguono Cipro (250.00), Kazakistan (500.00) e San Marino (1.000.00).       
  • Infine, il girone J, quello dell’Italia: gli uomini di Roberto Mancini sono i grandi favoriti a quota 1.07. Dopo l’onta della mancata qualificazione a Russia 2018, l’Italia proverà a raggiungere la fase finale dell’Europeo per la 10° volta: per gli Azzurri 1 vittoria nel 1968, 2 sconfitte in finale (2000 e 2012) e la semifinale persa nel 1988 con l’Urss. A quota 11.00 troviamo la Finlandia, a 16.00 la Bosnia-Erzegnovina. Più staccata la Grecia, vincitrice a sorpresa nel 2004, a quota 40.00. Chiudono Armenia (500.00) e Liechtenstein (1.000.00).

La caccia a un posto tra le magnifiche 20, insomma, prosegue: non vi resta che immergervi nell’atmosfera delle qualificazioni agli Europei 2020 e scommettere con Better.

In Evidenza