14/11/2016

Hearts, scopri il gioco online tutto di cuore

Hearts Hearts, il gioco online che tra gli Skill Games è quello con più... cuore! Scopri tutte le varianti, da quella inglese a quella francese, all’italiana.

Hearts, fuggire dal cuore diventa un gioco, ma quali sono le regole principali? Come si gioca online? Si può giocare come solitario o è solo multiplayer? Ecco tutte le spiegazioni necessarie per il gioco a carte che tra gli Skill Games online sta spopolando. Senza dimenticare le origini e tutte le curiosità legate al gioco di cuori.

 

Hearts, dagli Usa con tanto cuore

Che abbiate uno smartphone con tecnologia android o qualsiasi altro dispositivo, sia esso un tablet o un Ipod o un Pc, la prima cosa utile è allenarsi con un Freeroll e scappare dai cuori e dalla Donna di Picche.
In alcuni casi è possibile giocare contro il computer come solitario ma l’obiettivo è sempre quello di fare meno punti possibili.
Ma da dove arriva l’idea di scappare dai cuori?
Le prime testimonianze del gioco di carte arrivano dagli Stati Uniti verso la fine del 1800, dove Hearts ha preso forma per poi diffondersi in tutto il mondo in tante altre varianti. Ancora oggi i professionisti dei cuori sono statunitensi, a partire da Joe Andrews che con il suo libro Win at Hearts offre una panoramica ampia di tutte le tecniche, comprese la gestione dei semi e le mosse più importanti per difendersi dai cuori.

 

Le regole di Hearts online

Obiettivo principale di Hearts online è quello di evitare le prese che contengano le carte di cuori. Ma bisogna fare attenzione anche alla Regina di Picche perché è ancora più pericolosa.
Si gioca con il mazzo di carte francesi da 52, in genere in quattro persone e ogni carta di cuori rappresenta punti di penalità, mentre la Regina di picche, in Italia chiamata anche Peppa o Beppa, di penalità ne vale 13.
Essendo lo scopo di tutti i giocatori quello di evitare i cuori e quindi di accumulare punti, il gioco finisce quando qualcuno arriva a 100 punti, mentre risulterà vincitore chi avrà il punteggio più basso.
All’inizio vengono distribuite 13 carte ciascuno, quindi in maniera simultanea dovrà essere effettuato il passaggio delle tre carte coperte: ogni giocatore le passerà al suo avversario di destra.
Quindi chi ha il 2 di fiori apre e tutti gli altri giocatori devono giocare la loro carta rispondendo al seme di apertura. Se non hanno il seme di apertura ne possono giocare un altro qualsiasi. Vince la presa chi ha la carta più alta.
Non si può giocare una carta di cuori fino a che non è stata utilizzata per una presa precedente, oppure se il giocatore (decisamente sfortunato) ha in mano solo carte di cuori.
Il gioco poi passa sempre al giocatore che ha fatto la presa.

 

Il valore delle carte in Hearts online

Questo il valore delle carte in Hearts online in ordine decrescente:

  1. Donna di picche (13 punti)
  2. Asso di cuori (5 punti)
  3. Re di cuori (4 punti)
  4. Donna di cuori (3 punti)
  5. Fante di cuori (2 punti).

Tutte le altre carte di cuori valgono un punto. Il resto delle carte vale zero. Il totale dei punti è 36.

 

Hearts, le varianti francesi e italiane

Il gioco ha assunto nel corso degli anni un nome diverso essenzialmente dal nome dato alla Donna di Picche.
In Francia, ad esempio, il gioco Hearts è conosciuto come Chat Noir, il Gatto Nero, mentre da noi come Peppa, Peppa scivolosa o Peppa tencia.
Poche le differenze tra una variante e l’altra.

 

Il Chat Noir

La versione francese è conosciuta con il nome di Gatto nero, Chat Noir e come differenze rispetto al gioco Hearts online ha quelle di non prevedere lo scambio di carte iniziale e i punteggi, che vengono distribuiti in questo modo:

  1. Il Gatto Nero - Donna di Picche - vale 13 punti
  2. Asso di cuori 6 punti
  3. Re di cuori 5 punti
  4. Donna di cuori 4 punti
  5. Fante di cuori 3 punti

Quindi 1 punto per ogni carta di cuori e 0 per tutte le altre.
Questo tipo di punteggio a 41, anziché 36, offre una modalità di gioco più movimentata e ricca di capovolgimenti di fronti rispetto alla versione classica.

 

Hearts in italiano: Peppa Scivolosa

Lo scopo del gioco è sempre quello di fare prese evitando i cuori e la Donna di Picche, chiamata Peppa. Ogni giocatore gioca per sé e il valore delle carte è questo:

  1. Donna di Picche -26 punti
  2. Asso di cuori -14
  3. Re di cuori -13
  4. Donna di cuori -12
  5. Fante di cuori -11

seguono a scalare tutto il resto dei cuori (il 10 vale -10 e così via) fino ad arrivare al 2 che vale -2.
Si passano le tre carte al giocatore di destra, quindi si risponde di mano come nel gioco classico. Per ogni presa fatta i giocatori segnano ciascuno 10 punti togliendo quelli negativi, vince chi al termine di 12 mani ha più punti.

 

Peppa Tencia, la variante di Hearts milanese

La variante di Herts a Milano viene chiamata Peppa Tencia (scura, in dialetto milanese) e si può giocare anche con un mazzo da 40 carte e ogni partita si basa su una singola mano, senza accumulare punteggi.
L’obiettivo del gioco è finire la mano e quindi la partita senza avere in mano la Donna di Picche o Peppa Tencia. Prima di giocare si possono scartare le carte di uguale valore e le donne singole (tranne ovviamente quella di picche).
Perde appunto chi al termine rimane in mano con la Peppa.

 

Le varianti americane e inglesi di Hearts

Le varianti americane sono tantissime perché cambiano da Stato a Stato e a volte da regione a regione. Di seguito solo alcune di queste.

 

Kitty

Si distribuiscono solo 12 carte per ogni giocatore che dopo possono essere passate sia a destra che a sinistra che di fronte. Chi non vuole passare non è costretto a farlo.
La versione Kitty a sua volta ha molte variabili: in alcuni casi i si inserisce una carta bonus che può essere il Fante o il 10 di Quadri, quindi ci sono diverse interpretazioni su come considerare i punti delle prese, come ad esempio quella che detrae 26 punti per il tiratore.

 

Hearts a coppie

Si gioca in quattro a coppie fisse, ma ci sono poi due modi diversi di accumulare i punti. Nel primo caso questi vengono conteggiati dalla squadra, nel secondo invece ogni giocatore mantiene il punteggio individuale e si continua fino a quando il singolo non abbia raggiunto o superato la quota 100.

 

Turbo Hearts

La variante Turbo Hearts, introdotta nel 1980 da Richard Garfield, è la versione americana di Gong Zhu, un gioco cinese che viene tradotto con Cattura il maiale.
In questa variante chi prende il 10 di Fiori raddoppia il punteggio, ma anche le altre carte come l’Asso di Cuori, la Regina di Picche e il Fante di Fiori possono essere Turbo-caricati raddoppiando il loro valore.

 

Black Maria, la variante inglese

Si chiama Black Maria, o anche Dirty Lady la variante inglese di Hearts, anche se esiste un gioco finlandese con lo stesso nome che ha però regole e modalità tutte diverse.
A Black Maria si gioca in genere in tre, si distribuiscono 17 carte per ogni giocatore e il 2 di Fiori viene tolto dal mazzo.
Chi è di mano può giocare qualsiasi carta perchè non ci sono restrizioni circa l’utilizzo dei cuori.
Cambia il valore dei punteggi delle carte e anche in questo caso esistono diverse alternative, da quella che attribuisce 13 punti alla Regina di Picche e 1 a tutti i cuori, a quella che dà invece 10 punti al Re di Picche, 7 all’Asso di Picche e sempre 13 alla Regina.

Obiettivo di tutte le varianti, comunque, è sempre quello di scappare dai cuori. Non resta dunque che allenarsi con qualche freeroll e provare poi con un sit&go.