06/05/2022

Lessico e glossario dei giochi di carte

News Skill

I giochi di carte sono uno dei passatempi più noti al mondo. Praticati da grandi a piccoli, questi sono delle valide alternative per trascorrere il tempo con amici e parenti, colorando le proprie serate in compagnia. Vediamo, quindi, quali sono i termini più importanti nel mondo dei giochi di carte e perché è opportuno conoscerli per battere i propri avversari.

Perché è importante il lessico di gioco

Il mondo delle carte da gioco, come qualunque altro settore, presenta un proprio particolare lessico. Ogni specialità presenta, poi, le proprie “parole chiave”, ovvero tutti quei termini che è necessario conoscere per riuscire non solo a capire il gioco vero e proprio, quindi la partita che si sta svolgendo, ma anche per scoprire le mosse dei propri avversari e non farsi cogliere impreparati.

I termini non sono sempre uguali. Talvolta sono del tutto coerenti con il gioco al quale fanno riferimento, altre invece sono completamente fuori tema e, per chi li sente per la prima volta, anche incomprensibili. Questi sono però necessari, visto che si rivelano di particolare importanza nel contare i punteggi o compiere determinate azioni durante le varie partite.

I più importanti termini nei giochi di carte

Conoscere il lessico durante una partita è essenziale. Ogni specialità di gioco ha poi i propri specifici termini, ma in linea di massima, alcune parole rimangono invariate e possono, così, essere utilizzate in diverse occasioni. Ecco, quindi, un elenco delle parole più utilizzate durante un qualsiasi gioco di carte:

  • Calare: espressione che significa giocare, buttare la carta;
  • Cappotto: espressione che si utilizza nel momento in cui un giocatore vince, solitamente ad inizio partita con il massimo dei punti possibili;
  • Chiudere: tale termine identifica l’ultima mossa della partita;
  • Atout: parola utilizzata in particolare nei giochi di presa, tale termine si utilizza per indicare il seme dominante sugli altri;
  • Banco: con questa si intende sia l’area fisica dove vengono deposte le carte sia il giocatore che fa il ruolo del mazziere;
  • Figure: tale espressione identifica le figure della donna, del cavallo e del Re;
  • Marianna: espressione che identifica la coppia Cavallo-Re dello stesso seme o l’omonimo gioco;
  • Onori: questi, chiamati anche “carichi”, sono le carte più alte nel gioco;
  • Pozzo: parola che identifica il luogo in cui si lasciano le carte scartate;
  • Strozzare o Superare in carta: con questo termine si identifica l’azione di mettere sul banco una carta con valore di presa più alto rispetto a quella già presente;
  • Volto di una carta: la parte frontale e visibile di una carta da gioco.

Queste sono quindi le parole più importanti che un giocatore, tanto più poco esperto, è bene conosca prima di iniziare una qualunque partita di gioco. Partendo da queste, infatti, è possibile dar vita ad avvincenti match, diventando in maniera graduale dei player esperti.