14/05/2021

Il Tresette è un gioco di coppia tra i più noti per il quale vengono utilizzate le tradizionali carte italiane. Con dinamiche sempre coinvolgenti e regole lineari, le sue partite coinvolgono da secoli giocatori di ogni età. Nel corso del tempo, però, sono sorte varianti che ne hanno modificato alcune caratteristiche, come il numero dei giocatori. Tra queste la versione “col morto”.
Scopriamo come si gioca e le regole per una partita diversa da quella tradizionale.

Come si gioca a Tresette ‘col morto’: le regole

Il Tresette “col morto” conserva tutte le principali regole della versione classica del Tresette, ad esclusione del numero di giocatori che sono 3. In tale versione il mazziere dispone di due mazzi, da 10 carte, e gioca da solo, mentre gli altri 2 giocatori giocano in coppia. Questi, scelto casualmente tra i partecipanti, distribuisce le carte procedendo in senso antiorario.

Suddivise le carte, la partita inizia dal giocatore che possiede un 4 di denari: tale carta farà da palo e gli altri giocatori vi si legheranno per iniziare il gioco. Si entra, poi, nel pieno della partita seguendo il seme presente sul banco e qualora non lo si avesse tra le carte del proprio mazzo è possibile gettare un piombo, ovvero una carta di qualunque altro seme.

Definite le principali regole per giocare a Tresette “col morto” è bene conoscere i punti delle varie figure. Il loro valore è il seguente:

  • Asso: un punto.
  • Due, Tre e Figure: ⅓ di punto.
  • Restanti carte: nessun punto.

A vincere è colui che arriva per primo a 11, 21 o 31 punti, in base a quali regole sono state concordate dai giocatori ad inizio partita.

Le altre varianti del Tresette

Il Tresette è un gioco multiforme. Infatti, oltre alla versione “col morto” ve ne sono di altre. Le principali sono:

  • Tresette a due: nella quale vengono distribuite 10 carte a ogni giocatore e le restanti 20 si posano coperte sul tavolo. Dopo ogni giocata, chi ha vinto il round pesca una nuova carta dal mazzo;
  • Tresette a perdere: in cui bisogna totalizzare il punteggio più basso possibile. Non ci sono squadre e ci possono essere fino a 8 giocatori;
  • Tresette con chiamata al tre: in tale versione le coppie non vengono definite subito, ma nel momento in cui il giocatore di mano chiama un Tre di qualsiasi seme.

Il Tresette è dunque un gioco di carte tra i più coinvolgenti che permette di cambiare spesso la propria esperienza di gioco. La variante “col morto” si presenta, così, come una valida alternativa per trascorrere il proprio tempo libero in compagnia, mettendo sempre alla prova le proprie abilità.