Regole Bestia

Il gioco della Bestia affonda le proprie radici nella Francia del XVII secolo, ma solo dopo pochi anni comincia a prendere piede anche in Italia.
L’atto di “mandare in bestia” l’avversario, ordinandogli di pagare l’intera quota del piatto messa in palio, probabilmente dà il nome al gioco di carte.

Regolamento Bestia

Le regole del gioco della Bestia consentono la partecipazione da un minimo di 3 giocatori, fino ad arrivare a un massimo di 10. Oltre alle carte, che sono 40 come nella Briscola, per lo svolgimento del gioco serve un piatto, che rappresenta la quota di denaro messa in palio all’inizio del gioco, che deve essere divisa tra i giocatori vincenti alla fine.
La prima estrazione compiuta dal mazziere ha lo scopo di svelare il seme regnante. Ogni giocatore riceve, poi, 3 carte a testa.
A questa fase succede quella di “dichiarazione”, che consiste nella manifestazione di volontà di ogni giocatore di partecipare alla mano in corso, ovvero alla presa della carta sul tavolo, oppure meno. Questa dichiarazione è eseguita dai giocatori, a partire da quello alla destra del mazziere, “bussando” sul tavolo, oppure chiamandosi fuori scartando le proprie carte.
Se partecipa, il giocatore deve versare la quota richiesta al mazziere: ciò lo obbliga a giocare una carta ad ogni turno; altrimenti, deve pagare l’intera posta in palio.
Il giocatore che rinuncia ha diritto ad altre carte; se accetta, il mazziere deve fornirgliene altre 3.
Il gioco comincia sempre dal primo giocatore che si trova alla destra del mazziere, che pone sul tavolo una carta, alla quale il resto dei giocatori devono rispondere con una carta dello stesso seme. Se ne sono sprovvisti, devono giocare una briscola.
Vince la mano (o la “presa”) chi ha lanciato la carta dal valore più elevato o la briscola più alta; chi vince dà inizio al round successivo.
Al termine del gioco, il “piatto” viene suddiviso per le 3 prese; chi non è riuscito a guadagnare niente, è costretto ad “andare in bestia”, cioè a pagare una cifra pari a quella contenuta nel piatto, che andrà a comporre la posta in palio per la giocata successiva.

Carte Bestia

Per giocare alla Bestia è necessario un mazzo di 40 carte italiane tradizionali, alle quali viene attribuito lo stesso ordine gerarchico delle carte utilizzate per la Briscola.
Più precisamente l’ordine gerarchico delle carte a Bestia è:

  • Asso
  • Tre
  • Re
  • Cavallo
  • Fante
  • 7
  • 6
  • 5
  • 4
  • 2

Punteggio Bestia

Per calcolare i punti a Bestia occorre tenere conto che vince il gioco chi effettua più prese nel corso della partita. Ai fini del punteggio, quindi, le carte non assumono alcun valore.
Vuoi maggiori informazioni? Puoi consultare la sezione dedicata alle domande frequenti relative al gioco tradizionale della Bestia.
Giocare a Bestia su Lottomatica.it

Giocare a Bestia su Lottomatica.it

Se vuoi scoprire come giocare online su questo sito, puoi consultare la sezione dedicata alle regole della Bestia di Lottomatica; mentre, interagendo con la seguente card, puoi provare immediatamente il gioco della Bestia.

Giochi di carte